AdvisorWorld.it
Image default

X-P: Intesa SanPaolo Un po’ di respiro

Le banche europee hanno preso un po’ di respiro dopo le riunioni delle Banche centrali……..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente

 {loadposition notizie}


Articolo tratto da X-press Trends – Deutsche Asset & Wealth Management – del 23 settembre 2016


Non hanno fatto eccezione le banche italiane, le più penalizzate in Borsa da inizio 2016. Deutsche Bank mette a disposizione un Bonus Cap su Intesa SanPaolo, con scadenza fissata il 16 gennaio 2017. Se alla chiusura degli scambi di questa data il titolo Intesa quoterà sopra la barriera, posta a 1,88 euro e distante circa il 9,5 per cento dalle attuali quotazioni, l’investitore otterrà 126,15 euro. Il prodotto è acquistabile a 108,90 euro e, pertanto, la performance potenziale a scadenza è pari a circa 16 punti percentuali. Se invece al 16 gennaio Intesa quoterà sotto la barriera, l’investitore andrà incontro a una perdita.

Le Banche centrali indicano la rotta ai mercati finanziari

> FED – La Federal Reserve ha lasciato invariati i tassi d’interesse evidenziando che una nuova stretta, la seconda dal 2006, è sempre più vicina. Janet Yellen ha quindi aperto la porta ad un probabile ritocco dei tassi a dicembre, dopo le elezioni presidenziali statunitensi.

> BANK OF JAPAN – La BoJ ha cambiato la sua strategia spostando il focus sul controllo della curva dei rendimenti. L’istituto centrale di Tokyo, confermando a 80 mila miliardi di yen il piano di stimolo, si pone l’obiettivo di mantenere il tasso del decennale nipponico intorno a zero.

> VOLKSWAGEN – Nuova tegola per Volkswagen. Gli investitori tedeschi hanno presentato una richiesta di risarcimento danni, legata allo scandalo Dieselgate, pari a 8,2 miliardi di euro. Le richieste arrivano per 6,2 miliardi dai privati e per 2 miliardi dagli istituzionali.

> ITALIA – L’Ocse taglia le stime sulla crescita italiana prevedendo un Pil tricolore in rialzo dello 0,8 per cento sia quest’anno che nel prossimo. Anche il Governo italiano si appresta a ridurre le sue previsioni di crescita rispetto al più 1,2 per cento indicato in precedenza.

 

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

Eni – Gioco di sponda

Falco64

X-P: Petrolio Pressing americano

Falco64

X-P: EuroStoxx 50 Un anno esatto

Falco64