AdvisorWorld.it
de Picciotto Guy UBP Union Bancaire Privée

UBP: Patrimonio in gestione in crescita

UBP : Union Bancaire Privée, patrimonio in gestione in crescita a 161,1 miliardi di franchi (+10% circa)

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Guy de Picciotto, CEO di Union Bancaire Privée (UBP)


    Il patrimonio in gestione è cresciuto di 13,7 miliardi di franchi raggiungendo i 161,1 miliardi di franchi a fine giugno 2021 (+9,3% rispetto a dicembre 2020)

    I ricavi sono rimasti stabili (+0,9%) nonostante un calo di oltre il 22% del margine d’interessi netto nei primi sei mesi dell’anno.

    L’utile netto si attesta a 100,2 milioni di franchi in confronto ai 107,6 milioni di franchi dell’esercizio precedente.

Attività di trading costante e afflussi di capitale dai clienti privati

Nei primi sei mesi del 2021 il patrimonio in gestione di UBP si è attestato a 161,1 miliardi di franchi, con un incremento del 9,3% rispetto a dicembre 2020. Questa crescita, possibile principalmente grazie agli afflussi netti di capitali della clientela privata (2,0 miliardi di franchi) e a condizioni di mercato favorevoli, è stata favorita anche da una solida performance dell’asset management sia sui fondi propri, sia sui mandati di gestione.

I ricavi sono rimasti stabili a 562,1 milioni di franchi (+0,9%) a fine giugno 2021, in leggero aumento rispetto ai 557,0 milioni di franchi registrati nei primi sei mesi del 2020. Questo risultato è stato raggiunto nonostante il deterioramento del margine d’interessi netto (-29,1 milioni di franchi) che è stato compensato da una crescita delle commissioni in seguito all’elevato livello di attività di trading dei clienti e al costante afflusso verso i nostri mandati.

I costi d’esercizio sono leggermente aumentati, passando dai 360,9 milioni di franchi registrati nei primi sei mesi del 2020 ai 372,7 milioni di franchi a fine giugno 2021 (+3,3%) a seguito degli investimenti effettuati per rinforzare i nostri team di front office e di investimento. L’utile netto ammonta a 100,2 milioni di franchi, contro i 107,6 milioni di franchi registrati l’anno precedente (-6,8%).

L’indice di capitalizzazione Tier 1 pari al 25,3% a fine giugno 2021 riflette la qualità del bilancio della Banca e la sua capacità di continuare a svilupparsi sia in Svizzera sia all’estero.

“La stabilità del fatturato e la continua crescita del patrimonio in gestione riflette il giusto equilibrio tra i nostri flussi di reddito e, soprattutto, la nostra capacità di offrire ai nostri clienti rendimenti sostenibili in tutte le condizioni di mercato. Oltre alle acquisizioni recentemente annunciate, abbiamo rafforzato i team con nuove assunzioni di figure senior, accrescendo ulteriormente la nostra expertise d’investimento e rilanciando la nostra strategia di crescita nei mercati chiave”, ha dichiarato Guy de Picciotto, CEO di UBP.

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

Willis Towers Watson: Il mercato globale M&A si avvia verso un anno da record

Redazione

Techyon vola alto e non si ferma: la start up italiana si prepara all’espansione in Europa.

Redazione

eToro : Cripto, investitori italiani si affollano su Cardano

Redazione