AdvisorWorld.it

Telecom Italia Via di uscita dal momento difficile

Telecom Italia Via di uscita. Il settore tlc europeo sta attraversando un momento difficile, ma la luce in fondo al tunnel potrebbe essere l’accelerazione nel lancio del 5G, anche attraverso accordi tra competitor. …….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Articolo tratto da X-press Trends – Deutsche Asset & Wealth Management – del 6 Settembre 2019


Nella partita gioca anche Telecom Italia. Il Bonus Cap su Telecom Italia di Deutsche Bank, con scadenza fissata il 18 settembre 2020, permetterà all’investitore di ottenere 119,30 euro qualora Telecom non dovesse mai scendere fino alla barriera, posta a 0,399 euro e distante il 18,6 per cento dalle attuali quotazioni.

Acquistando il prodotto a 95,60 la performance potenziale a scadenza è pari al 24,1 per cento.

Se invece Telecom scenderà fino alla barriera, l’investimento si concluderà con delle perdite a meno che il titolo non risalirà sopra 0,567 euro.

Parte il Conte bis, lunedì la fiducia. Caos Brexit, Johnson ko in Parlamento. Ennesimo mese nero per le vendite di Fca.

> ITALIA – È nato il governo Conte bis che sarà formato da 21 ministri: dieci del M5S, nove del PD e uno di LEU. A questi si aggiunge l’ex prefetto di Milano, Luciana Lamorgese, che ottiene il Viminale. Lunedì il governo dovrà presentarsi alla Camera per ottenere il voto di fiducia.

> GRAN BRETAGNA – Nuova sconfitta in Parlamento per il premier britannico Boris Johnson. Westminster ha detto sì alla legge anti no-deal che punta a rinviare ulteriormente la Brexit ed ha bocciato la mozione per tornare a elezioni anticipate, presentata dal premier.

> FCA – Ennesimo mese nero per Fiat Chrysler che ad agosto in Italia ha visto scendere le immatricolazioni di nuove auto del 16 per cento a 20.767 unità. In generale il mercato auto italiano ha invece segnato una contrazione decisamente più lieve, pari al 3,1 per cento.

> TRADE WAR – Pechino ha annunciato l’aumento dei dazi tra il 5 e il 10 per cento su diversi beni americani esportati in Cina, nell’ambito del piano relativo alla decisione di imporre tariffe su 75 miliardi di dollari di prodotti made in Usa. I prossimi dazi dovrebbero scattare a dicembre.

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

Dollaro Usa Slancio ritrovato

Falco64

Unicredit Senza fretta

Falco64

Soia risale e segue la trade war

Falco64