AdvisorWorld.it

porsche intesa sanpaolo carrefour enel telecom italia Euro STOXX Banks unicredit fca eni

Telecom Italia Obiettivo fissato

Telecom Italia. L’obiettivo principale di Telecom Italia resta la riduzione del debito, che ora si attesta a 25 miliardi di euro. Parola dell’Ad Gubitosi, che ha inoltre confermato i target per il 2019…………..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Articolo tratto da X-press Trends – Deutsche Asset & Wealth Management – del 22 Novembre 2019


Il Bonus Cap su Telecom Italia di Deutsche Bank, con scadenza fissata il 18 settembre 2020, permetterà all’investitore di ottenere 119,30 euro se il titolo non scenderà mai a toccare la barriera, posta a 0,40 euro e distante circa 31 punti percentuali dalle quotazioni attuali.

Acquistando il prodotto a 114,20 euro, la performance potenziale a scadenza è pari  al 4,5 per cento.

Se invece Telecom scenderà fino alla barriera, l’investimento si concluderà in perdita a meno che il titolo non si riporterà sopra lo strike (0,57 euro).

Bruxelles promuove con “riserva” la Manovra. In ripresa il mercato auto europeo. Industria tricolore non inverte il trend negativo.

> ITALIA – La Commissione Ue ha promosso con riserva la Manovra italiana, ritenuta a rischio di non rispetto del Patto di Stabilità. Bruxelles ha quindi chiesto misure necessarie per assicurare che il bilancio sia rispettoso del Patto. L’Italia potrebbe fare correzioni dello 0,2-0,3 per cento.

> AUTO – Ottobre positivo per il mercato europeo delle quattro ruote. Le immatricolazioni sono aumentate dell’8,6 per cento facendo registrare il miglior ottobre dal 2009. Tra i singoli produttori la migliore è Volkswagen, mentre la crescita delle vendite di FCA si è limitata al 2,5 per cento.

> INDUSTRIA – L’industria tricolore non riesce a invertire il trend negativo che ha caratterizzato il terzo trimestre del 2019. In particolare, i ricavi dell’industria hanno segnato a settembre una flessione annua dell’1,6 per cento. Alla base di questa situazione vi è lo stallo dei consumi interni.

> SAUDI ARAMCO – Alla vigilia del debutto in Borsa del colosso petrolifero, Riad ha allontanato le grandi banche Usa dal pool di coordinamento dell’Ipo. Ipo che è stata ridimensionata rispetto ai piani iniziali: verrà collocato solo l’1,5 per cento del capitale solo sulla Borsa di Riad.

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

Petrolio Giusta partenza nel mese di dicembre

Falco64

Intesa Sanpaolo Promozione ricevuta

Falco64

Eni Ha ancora spazio per crescere

Falco64