AdvisorWorld.it
Image default

Report sulle valute

Euro ancora in correzione nei confronti del Dollaro e dello Yen Stabile verso le restanti divise. Dollaro in discesa contro lo Yen…

EURO/DOLLARO
COMMENTO: ancora correzione per l’ Euro/Dollaro durante l’ultima settimana. I corsi non vanno oltre alle 1,4025, per poi riprendere la strada del ribasso e spingersi fin verso le 1,3600. L’euro si è così ancora indebolito testando e superando parzialmente l’obbiettivo indicato a ridosso della fascia 1,3700. L’area testata a ridosso delle 1,3600 resta determinante. Una sua tenuta permetterebbe oscillazioni in range e recuperi in direzione delle 1,4150/1,4200, prima importante area di resistenza. Ma sarebbe solo la sua violazione a fornire un segnale di inversione di tendenza a favore di Euro. Porre molta attenzione in seguito a chiusure sotto le 1,3600/1,3580; tale evento fornirebbe un ulteriore segnale di debolezza di Euro valido per il medio periodo. In tal caso si aprirebbe la strada per la fascia 1,2750/1,2500, con area intermedia a 1,3000.

DOLLARO/YEN
COMMENTO: leggera correzione per il Dollaro/Yen nell’ultima settimana. I corsi, dopo il test delle 91,27 non vanno oltre e correggono a 91,075, per poi attestarsi in area 89,50/80. Il trend di breve resta impostato al ribasso. Per le prossime sedute i corsi potrebbero oscillare tra le 88,00 e le 91,30. Solo un nuovo recupero di quest’ultimo livello (almeno una chiusura di seduta) aprirebbe le porte a nuovi rialzi di Dollaro che potrebbe ritornare verso le 92,00/92,50, importante area di medio periodo. Ulteriore segnale di debolezza di Dollaro si avrebbe solo sotto le 88,00, per le
86,00/85,00.

EURO/YEN
COMMENTO: ancora una discesa per il cross Euro/Yen, durante le ultime sedute. I corsi dall’area 127,00 scivolano fin verso le 120,67. Resta debole l’impostazione dell’Euro. Le discese sotto alle 126,00/125,00 hanno fornito un ulteriore segnale di debolezza. I corsi sembrano così avere la strada aperta per la fascia 115,00/113,00.
Una chiusura di seduta sotto alle 121,50, convaliderebbe lo scenario descritto. Solo il netto recupero delle 126,00/127,00 (almeno una chiusura di seduta) annullerebbero tale impostazione, permettendo nuovi allunghi rialzisti di Euro. In tal caso potremmo assistere a ritorni verso le 129,50 prima e per le 132,00/132,50 in seguito.

EURO/FRANCO SVIZZERO
COMMENTO: leggera discesa per l’Euro/Franco Svizzero durante l’ultima settimana. I corsi si spingono fin verso alle 1,4550, per poi attestarsi in area 1,4670. L’Euro ha raggiunto l’obbiettivo ribassista più volte segnalato.
Sembrano ora possibili rimbalzi di Euro. La tenuta delle 1,4600/1,4550 favorirebbe estensioni di Euro verso le 1,5000/1,5100. Un deciso segnale di forza si avrebbe solo sopra alle 1,5100. Viceversa ancora debolezza di Euro si avrebbe sotto le 1,4550, evento che porterebbe ad ulteriori deprezzamenti verso le 1,4300.

EURO/STERLINA inglese
COMMENTO: leggero recupero per l’Euro/Sterlina durante l’ultima settimana. I corsi, dopo il test delle 0,8600, si riportano verso le 0,8800. Il trend di breve resta impostato ancora al ribasso. Indebolimenti sotto alle 0,8650 (almeno una chiusura di seduta) fornirebbero un ulteriore segnale di debolezza per le 0,8550 prima e le 0,8450/0,8400 in seguito.
Un primo input di forza da parte di Euro scaturirebbe solo sopra alle 0,8850/0,8900. In tal caso assisteremmo a possibili ulteriori rivalutazioni verso le 0,9050 prima e le 0,9200 in seguito.


Analisi Daily
a cura di: Ufficio Analisi Tecnica Gruppo Banca Sella

Autore: Maurizio Milano

Fonte: Ufficio Analisi Tecnica Gruppo Banca Sella


I dati relativi ad indici di Borsa, titoli azionari ed obbligazionari, commodities, valute, derivati sono forniti da information provider quali: Bloomberg, e-Signal, Il Sole24Ore, STB.
Le analisi effettuate non si configurano come consulenza e non devono intendersi come una sollecitazione all’investimento o all’attività di trading ma come un servizio di informativa finanziaria standard. I livelli di supporto, resistenza ed i prezzi obiettivo sono individuati esclusivamente applicando i criteri, le metodologie ed i dettami di pertinenza dell’analisi tecnica dei mercati finanziari, con un orizzonte temporale di breve periodo.
I risultati (guadagni o perdite) – qualora indicati – relativi a questo servizio si riferiscono ai dati storici ed a quanto avvenuto fino alla data della sua elaborazione e pertanto non sono indicativi di risultati futuri. Salvo diversamente specificato, sono considerati al lordo di commissioni, competenze ed oneri a carico dell’utente che decida di effettuare attività di compravendita degli strumenti finanziari oggetto del servizio stesso.

 

 

Articoli Simili

GAM: Emergenti, entry point interessante, ma non per tutti

Falco64

Sfruttare i vantaggi offerti dalle crescenti classi medie asiatiche

Falco64

GAM: Cina, conta più la politica o le relazioni con gli Stati Uniti?

Falco64