AdvisorWorld.it

Osservatorio sulle partite IVA Sintesi dell’aggiornamento dei dati di dicembre 2016

Nel mese di dicembre 2016 sono state aperte 25.616 nuove partite Iva. Il dato non è confrontabile con il corrispondente mese del 2015,………..


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente

{loadposition notizie}


che aveva registrato un incremento di aperture conseguente all’opzione, aperta fino al 31 dicembre 2015, tra il nuovo regime fiscale cosiddetto “forfetario” e il preesistente “regime di vantaggio’’ che è stato soppresso a partire da gennaio 2016. Tale circostanza ha determinato che alcuni contribuenti in procinto di avviare attività, scegliendo di aderire al vecchio regime, hanno contribuito a accrescere il flusso delle nuove aperture del mese di dicembre 20151.   La distribuzione per natura giuridica mostra che circa il 56% delle partite Iva è stato aperto da persone fisiche, il 34,7% da società di capitali, l’8,2% da società di persone; la quota dei “non residenti” e “altre forme giuridiche” rappresenta complessivamente circa l’1% del totale degli avviamenti.

Riguardo alla ripartizione territoriale, il 44,1% delle nuove aperture è localizzato al Nord, il 23,1% al Centro e il 32,6% al Sud e Isole.

La classificazione per settore produttivo evidenzia che il commercio continua a registrare il maggior numero di avviamenti di partite Iva (il 25,3% del totale), seguito dai settori dell’agricoltura (12%) e degli alloggi e ristorazione (10,7%).

Relativamente alle persone fisiche il 63,3% delle nuove partite Iva è riferito a soggetti di sesso maschile. Il 42,6% delle nuove partite Iva è stato avviato da giovani fino a 35 anni e il 35,8% da soggetti nella classe 36-50 anni.

Il 20% di coloro che a dicembre 2016 hanno aperto una partita Iva risulta nato all’estero.

I soggetti che hanno aderito al regime forfetario risultano 4.630, pari al 18% del totale delle nuove aperture.


1 Inoltre le aperture registrate nel mese di dicembre sono generalmente non confrontabili con il mese precedente, visto il fisiologico basso numero di partite Iva avviate l’ultimo mese dell’anno.

 

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

Cordusio SIM: nuova sede dedicata a Bologna

Falco64

Fideuram e Sanpaolo Invest Reclutamenti Reti 31 agosto 2019

Falco64

IWBank Private Investments: 6 nuovi ingressi di peso

Falco64