AdvisorWorld.it
Image default

Oro. Perdere brillantezza

L’oro continua a non brillare nonostante la volatilità in aumento sui mercati finanziari e le continue tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina……


Articolo tratto da X-press Trends – Deutsche Bank AG/ X-markets – del 12 Ottobre 2018


Dai massimi dell’anno, toccati sopra 1.350 dollari, il metallo giallo ha perso circa il 12 per cento scendendo anche sotto la soglia psicologica dei 1.200 dollari, minimo da gennaio 2017.

L’oro è stato frenato dalla politica monetaria della Fed, che ha fatto scattare acquisti sostenuti sui Treasury, e dal rallentamento della domanda di prodotto fisico da parte della Cina, il più grande consumatore mondiale di oro.

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

BMO: Perché continuiamo ad evitare il petrolio

Falco64

NN IP: Petrolio, una lunga estate calda

Falco64

OMGI: i tassi di interesse reali sono il vero driver del prezzo dell’oro

Webmaster