AdvisorWorld.it
Image default

Oltre 300 i professionisti dell’analisi tecnica e quant provenienti da tutto il mondo a Milano per IFTA 2017

4 giorni di conferenze, 48 speaker, 24 nazioni rappresentate…..


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente

{loadposition notizie}


Si è svolto a Milano dal 13 al 15 ottobre u.s., nelle sale dell’Excelsior Hotel Gallia, il convegno mondiale IFTA 2017 organizzato da SIAT – Società Italiana Analisi Tecnica e preceduto da un Kick Off in Borsa Italiana, sponsor istituzionale dell’evento, sui temi dell’Analisi Tecnica e Quant, classica e moderna, dell’Intelligenza Artificiale, della Finanza Comportamentale e Sperimentale, della Blockchain e delle Cryptocurrency.

Tra gli speaker di fama internazionale che hanno arricchito il programma di questa edizione figurano: John Bollinger, Presidente della Bollinger Capital Management, Kathryn Kaminski, autrice ed esperta di systematic investing, Perry Kaufman, Presidente della KaufmanSignals.com, Richard Peterson, CEO di MarketPsych, Robert Prechter, CEO della Elliott Wave International, Riccardo Ronco, Senior Technical Analyst presso la  Caxton Associates, Spyros Skouras, Professore di Finanza Internazionale presso l’Università di Atene e Founder della Scientific Investments, Ferdinando Ametrano, Professore di Bitcoin e Blockchain Technologies presso il Politecnico di Milano e l’Università Milano-Bicocca, Tomoya Suzuki, Professore di Computer Science presso l’Università di Ibaraki in Giappone e Dan Valcu, Founder della Educofin Market Consultants.

Grande interesse ha suscitato anche il panel di relatori italiani con interventi inediti a cura di: Davide Bulgarelli, Presidente SIAT, Chairman di IFTA2017, Analista Tecnico e Asset Manager nel gruppo BNL -BNP Paribas, Davide Capoti, Portfolio Manager e Head of Blockchain for Global Trading in Enel SpA, CEO e Co-founder di Quant01, Francesco Caruso, Presidente del Comitato Scientifico SIAT, owner e founder della Market Risk Management, Luca Giusti, Head of Research in QTLab, Matteo Maggioni, Institutional Trader su commodity markets e Co-founder di Quant01, Roberto Malnati, Partner di Ten Sigma Sagl, Enrico Malverti, Director & Quant Analyst presso Cyber Trade, Maurizio Mazziero, Chairman della Investment Committee di ABS Consulting SCF e Founder della Mazziero Research, Ivano Menabue, Imprenditore, Alessandro Nilo, Global Macro Investment Strategist, Alessandro Palagi, Trader Indipendente, Sergio Paolino, Vincitore 2017 dell’IFTA Lifetime Achievement, Eugenio Sartorelli, Vice presidente SIAT e Trader, Giovanni Trombetta, Head of Research & Development in Gandalf Project e Andrea Unger, CEO della Unger Trading S.r.l. MoC dell’evento è stato Marco Mione, Senior Consultant Deloitte. La conferenza ha visto la partecipazione di oltre 300 professionisti del settore.

“Questo IFTA 2017 aveva alcuni obiettivi e una ambizione” ha commentato Francesco Caruso, Presidente del Comitato Scientifico SIAT “Gli obiettivi erano quelli di avvicinare il mondo istituzionale e il mondo universitario alla nostra disciplina, mostrando il livello dell’analisi tecnica mondiale e di quella italiana in particolare, ma anche di rappresentare un trait d’union fra questi tre mondi che hanno una interdipendenza sempre maggiore. L’ambizione di SIAT e di tutti quelli che hanno  collaborato  con grande impegno e sacrificio del loro tempo a questo evento era quella di creare un qualcosa di unico, che rimanesse impresso nella memoria di tutti i partecipanti e che servisse come trampolino per le future iniziative. Queste quattro giornate hanno visto alternarsi sul palco grandi nomi che hanno contribuito all’affermazione dell’analisi tecnica come disciplina di approccio operativo e analitico ai mercati a nomi istituzionali che hanno presentato il top della ricerca internazionale, con un’attenzione particolare a un fenomeno molto importante e in evoluzione come il Bitcoin e in generale il mondo delle cryptocurrency. Ma molto spazio è andato anche agli analisti italiani, che hanno mostrato a tutti l’altissimo livello della nostra scuola – spesso vincitrice di premi a livello internazionale – e i nuovi filoni di ricerca nel campo dell’intelligenza artificiale e del machine learning. È stata per chi ama questa disciplina e i mercati una sequenza emozionante e di altissimo livello, che lascia ampi spazi di riflessione sulle future direzioni dell’analisi tecnica e in generale di tutto il settore finanziario collegato ai mercati. A nome del Comitato Scientifico ringrazio caldamente tutti gli speaker per avere dato il loro massimo, sia nella qualità e originalità dei lavori sia nelle presentazioni, e tutti i nostri associati e gli sponsor che hanno fatto di questa Conferenza mondiale un grande motivo di lustro culturale e organizzativo per SIAT e per l’Italia”.

Non si è fatto attendere nemmeno il commento del Presidente SIAT e Chairman IFTA 2017 Davide Bulgarelli che spiega: “È stato un anno di duro lavoro per tutto il team SIAT, ma ha dato i suoi frutti. Un evento “Quantech” di alto livello come questo richiede un buon network di conoscenze, fondamentale per avere speaker accademici e professional di fama internazionale, ma anche molta fantasia per organizzare eventi serali all’altezza dello standard qualitativo della conferenza” E conclude aggiungendo: “Un convegno di questo livello, di quattro giorni, sarà un unicum per molti anni. Ora abbiamo infatti altro lavoro da svolgere nella diffusione professionale dell’approccio tecnico e quant ai mercati finanziari. Abbiamo riunito tre generazioni di analisti tecnici ed é stato un piacere vedere in sala tanti giovani che si preparavano ad affrontare le sfide importanti del fintech, dal robo alla blockchain. Ringrazio tutti i partner che ci hanno sostenuto in quest’impresa credendo in questo mastodontico progetto. Grazie anche ai giornalisti che ci hanno seguito e dato copertura ed a presto per altre iniziative”.

L’evento è stato realizzato grazie al supporto delle seguenti aziende sponsor: Bloomberg, Webank, AllianzGbi, BNP Paribas, Aberdeen, ETFSecurities, Exane, Jane Street, MetaStock, NN Investment Partners, Russell Investments, Candriam, Carmignac, Cicli&Mercati, Fida, FinLabo, GreenByte, Ifintech, Thomson Reuters e WisdomTree.

 

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

Loomis Sayles e McDonnell Investment Management annunciano l’accordo di fusione

Falco64

Generali Investments e Università Bocconi presentano uno studio sulla politica degli investimenti dei fondi pensione

Falco64

Intermonte SIM: Il petrolio in calo stuzzica i tagli Opec

Falco64