AdvisorWorld.it
NN IP

NN IP : Servono più investimenti nell’energia pulita per evitare il disastro globale

NN IP. I livelli d’investimento sono “tristemente” inferiori alla realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU, compreso quello più imperativo – “Azione per il clima”.

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Huub van der Riet, Lead Portfolio Manager, Impact Equities, NN Investment Partners


    NN IP vede i portafogli di impact investing accelerare l’esposizione alle aziende di transizione energetica man mano che queste aumentano di numero e la crisi climatica si intensifica

    NN IP riconosce l’urgenza della crisi climatica e prevede di aumentare l’attenzione sulle aziende che offrono soluzioni solari, eoliche e di efficienza energetica

I 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) che sono stati ratificati dalle Nazioni Unite (ONU) nel 2015 con gli obiettivi centrali di porre fine alla povertà, proteggere il nostro pianeta e garantire la prosperità per tutti sono diventati la base per una delle forme più innovative di gestione patrimoniale di oggi – l’impact investing. Questo tipo di strategia mira a ottenere impatti ambientali e sociali positivi, oltre che rendimenti finanziari, e gli SDGs forniscono il quadro in cui allineare questi obiettivi. Tuttavia, con l’avvicinarsi della scadenza del 2030 fissata per realizzare gli SDGs, stanno emergendo delle carenze nelle allocazioni di investimento?

L’ONU ha stimato che saranno necessari tra i 5 trilioni e i 7 trilioni di dollari di investimenti annuali per raggiungere gli obiettivi entro la scadenza. È difficile trovare cifre precise, ma il mondo è tristemente al di sotto di questi livelli. I progressi sono stati più evidenti in relazione agli SDGs con obiettivi legati all’economia, come Lavoro dignitoso e crescita economica (#8); Industria, innovazione e infrastrutture (#9); e Consumo e produzione responsabili (#12). Tuttavia, gravi carenze sono state registrate dal Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC) su Azione per il clima (#13); Istruzione di qualità (#4); e Città e comunità sostenibili (#11). Il rapporto dell’IPCC fornisce nuove stime sulla probabilità di superare il riscaldamento globale di più di 1,5 gradi Celsius nei prossimi decenni e trova che a meno che non ci siano riduzioni immediate e su larga scala delle emissioni di gas serra, limitare il riscaldamento a 1,5-2 gradi Celsius sarà fuori portata. NN Investment Partners (NN IP) ritiene che i più imperativi di tutti gli SDGs stiano chiaramente diventando quelli relativi alle soluzioni climatiche, che includono anche Energia Pulita e Accessibile (#7), e gli investimenti allineati ad essi devono essere accelerati se il mondo vuole evitare il disastro.

Huub van der Riet, Lead Portfolio Manager, Impact Equities, NN Investment Partners, ha commentato: “La questione più urgente per l’umanità nei prossimi anni sarà affrontare il cambiamento climatico. La crisi climatica continua a peggiorare: molti paesi hanno visto un altro anno di temperature record e di intensificazione dei disastri naturali, sottolineando quanto sia importante che il mondo faccia di più per combattere l’aumento delle temperature”.

Al momento, NN IP identifica 750 azioni quotate a livello globale che soddisfano il duplice obiettivo di ottenere impatti positivi e rendimenti finanziari. Alcuni SDGs sono chiaramente più investibili di altri. Per esempio, è molto più difficile trovare azioni quotate che abbiano un impatto positivo sull’uguaglianza di genere (#5), sulla vita sotto l’acqua (#14) e sulla vita sulla terra (#15). Dal pool di 750, i temi d’investimento che offrono il maggior numero di azioni includono: Assistenza sanitaria a prezzi accessibili (200 titoli); Infrastruttura resiliente (130 titoli); Transizione energetica (100 titoli); e Miglioramento della produttività (oltre 100). I temi con meno opzioni d’investimento includono: Sufficienza alimentare (20 titoli), Gestione dell’acqua (20); Inclusione finanziaria (25); ed Economia circolare (40 titoli).

A livello di SDG, il portafoglio Impact Equity di NN IP ha attualmente un’esposizione dell’8.6% all’energia accessibile e pulita e del 1.6% all’azione per il clima.

Huub van der Riet ha aggiunto: “Riconosciamo l’urgenza di questa crisi e cerchiamo aziende che stanno attivamente combattendo il cambiamento climatico attraverso soluzioni relative alla transizione dell’energia pulita. Tuttavia, ci aspettiamo di aumentare la nostra attenzione sugli investimenti che offrono soluzioni solari, eoliche e di efficienza energetica, in quanto più aziende in questo spazio miglioreranno la loro redditività grazie agli sviluppi tecnologici e alla crescente scala. Prevediamo inoltre che i portafogli di impact investing a livello globale adotteranno sempre più spesso ponderazioni più elevate alle società di transizione energetica man mano che queste aumenteranno di numero e la crisi climatica si intensificherà avvicinandosi al 2030 e oltre.

“Se, o quando, le esternalità delle compagnie di combustibili fossili saranno valutate, potrebbe innescare un ulteriore passaggio completamente alle rinnovabili e le compagnie ridurranno, piuttosto che creare, le loro emissioni di CO2. Questo segnerebbe una grande svolta nell’arena del clima e dell’ambiente”.

Le strategie di Impact Equity di NN IP utilizzano il quadro degli SDG come metro per valutare le aziende e i contributi che danno alla soluzione di tre sfide globali in cui possono essere suddivise. Queste sfide includono:

– Garantire la salute e il benessere umano

    Proteggere il clima e l’ambiente

    Aumentare l’inclusività della crescita economica

NN IP ha tre strategie che si concentrano su ciascuna di queste sfide e una quarta che le copre tutte e tre. Queste strategie utilizzano 12 temi d’investimento, o “soluzioni”, che possono essere utilizzati per generare impatti positivi come definito dai criteri SDG. Queste soluzioni sono state identificate sulla base dei problemi globali più pressanti e sulla forza delle opportunità di crescita degli investimenti a lungo termine che forniscono. Per esempio, sotto Affordable Healthcare, NN IP investe in aziende che rendono i sistemi sanitari meno costosi e più accessibili, ma allo stesso tempo queste aziende beneficiano anche di forti tendenze come l’invecchiamento della popolazione e il crescente bisogno di cure di qualità.

Fonte: AdvisorWorld

Articoli Simili

Edmond de Rothschild AM – COP26, è l’ultima opportunità?

Redazione

Columbia Threadneedle: Nonostante le contraddizioni, la Cina fa registrare buoni progressi sul fronte dell’investimento responsabile

Redazione

Lombard Odier: mancano due settimane alla COP26 – Le 5 priorità degli investitori

Redazione