AdvisorWorld.it
NN IP

NN IP : Investire per combattere il cambiamento climatico significa decarbonizzare il portafoglio d’investimento

NN IP. Il cambiamento climatico è una delle sfide più urgenti per l’umanità. Il mondo si avvia verso un aumento della temperatura oltre la soglia stabilita nell’accordo di Parigi.

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Ivo Luiten, Lead Portfolio Manager Equity Impact Investing di NN Investment Partners


L’obiettivo è portare a zero le emissioni nette entro il 2050 e per raggiungerlo dovremmo smettere di sfruttare e sviluppare nuovi giacimenti di petrolio e gas, o centrali a carbone, e raddoppiare i nostri investimenti nelle energie rinnovabili fino a 5 miliardi di dollari all’anno. C’è una crescente consapevolezza dell’enorme divario tra dove siamo oggi e dove dobbiamo essere nei prossimi decenni e la pressione sui governi e sulle aziende sta aumentando. Dal punto di vista dei mercati finanziari, le esternalità come il cambiamento climatico saranno sempre più prezzate negli asset, il che presenta un’enorme opportunità di investimento in quelle realtà che forniscono soluzioni innovative e nuove tecnologie.

Investire per combattere il cambiamento climatico significa decarbonizzare ed ”elettrificare” il proprio portafoglio. Per ora, solo il 17% del consumo totale di energia proviene da fonti sostenibili, ma l’economia dell’energia verde sta rapidamente migliorando, rendendo questa transizione più accessibile, riducendo la necessità di sussidi, e aprendo enormi opportunità di crescita per le energie rinnovabili, le reti intelligenti e lo stoccaggio. Entro il 2050 dovremo utilizzare tecnologie che sono ancora agli inizi e che sono attualmente utilizzate su scala limitata. C’è un potenziale entusiasmante nel trasporto sostenibile, nell’idrogeno verde e blu, nello stoccaggio della cattura del carbonio per ridurre l’impatto dei settori ad alta emissione e nelle forme alternative di riciclo. In NN IP investiamo in aziende che offrono soluzioni in queste aree, comprese quelle che aiutano la transizione verso edifici green, l’agricoltura sostenibile e una distribuzione più efficace delle nostre risorse idriche.

Crediamo che gli investimenti debbano allinearsi con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDG), che includono il contenimento del cambiamento climatico. A livello globale, saranno necessari tra i 5 e i 7 miliardi di dollari di investimenti annuali per raggiungere gli obiettivi entro la fine del 2030. Ci aspettiamo un tasso di crescita molto più alto nei settori allineati con gli SDG nel prossimo decennio.

Le aziende meglio posizionate sono quelle che creano un impatto ambientale positivo e sono in grado di generare interessanti ritorni finanziari. La nostra filosofia si basa sull’investimento in società di qualità, con attività commerciali sostenibili e forti capacità di innovazione.  Questi saranno i vincitori di oggi e di domani.

Ad ogni modo, ci sono dei rischi da tenere in considerazione. Il greenwashing negli investimenti sul clima rappresenta un rischio molto reale, sia in termini di singole aziende che cercano di attrarre investitori ESG, sia in termini di fondi di investimento che rivendicano la sostenibilità ma non sempre ne sono all’altezza. Il nuovo regolamento SFDR sta cercando di affrontare quest’ultimo aspetto, ma l’importanza di una ricerca fondamentale rigorosa e di un’analisi bottom-up non può essere sottovalutata.  Un altro rischio è investire in aziende che si trovano in anticipo sulla curva S e non hanno ancora dimostrato la loro capacità di monetizzare i loro modelli di business. È molto importante essere in grado di individuare il successo – non tutte le promettenti aziende green ne avranno.

Nella nostra strategia NN (L) Climate & Environment svolgiamo attività di engagement a stretto contatto con le società partecipate e quelle valutate per l’investimento per garantire che il reporting sull’impatto sia il più solido possibile. Una misurazione chiara, completa e coerente è fondamentale per valutare pienamente i veri effetti delle azioni e del modello di business di un’azienda. Raggiungiamo questo obiettivo utilizzando strumenti e strutture proprietarie per misurare e tracciare il contributo che le nostre società partecipate stanno dando ad un mondo più sostenibile. In questo modo, siamo infatti in grado di costruire portafogli dei vincitori di domani che tengano veramente conto delle questioni legate al cambiamento climatico.

Fonte: AdvisorWorld

Articoli Simili

Schroders: COP26, l’importanza di una “transizione giusta”

Redazione

Mirabaud AM : COP26: stress idrico e opportunità ESG

Redazione

Deutsche Bank e Green Climate Fund sottoscrivono un accordo

Redazione