AdvisorWorld.it

Nafop porta in italia il messaggio di Robert J. Shiller

CALCOLATRICE 3

Dagli Stati Uniti il professore di economia di Yale Robert J. Shiller lancia un messaggio su come proteggere in…

futuro i cittadini dalle decisioni di investimento viziate dal conflitto d’interesse, e in Italia è Nafop a coglierlo e a farlo proprio, puntando alla sua concretizzazione anche nel nostro Paese. Secondo il noto docente che è anche responsabile della rubrica “Economic View” sul New York Times nonché creatore dell’Indice di Standard & Poor’s sui prezzi immobiliari che prende il suo nome, per difendere i risparmiatori più deboli occorre migliorare l’informazione finanziaria e la trasparenza a vantaggio degli investitori.

Questa sua strategia, descritta nella pubblicazione “Finanza Shock”, può avvenire attraverso tre tipologie di azioni:

1. Sviluppando la consulenza finanziaria indipendente (anche di tipo elementare) in modo che sia fruibile da chiunque; Shiller propone di diffonderla a tariffa oraria fissa come quella di altri professionisti quali avvocati o commercialisti senza accettare compensi da terzi per la vendita di prodotti finanziari.

Gli associati di Nafop prevedono questa modalità “fee only” nel loro codice etico e sono privi di qualsiasi conflitto di interessi potenzialmente generato dalle provvigioni derivanti dalla vendita. I consulenti indipendenti iscritti a Nafop operano già in regime di sola parcella e sono in linea con i requisiti d’indipendenza richiesti dal Ministero dell’Economia italiano per l’iscrizione al futuro Albo che nascerà entro il 2009.

2. Negli Usa i cittadini possono dedurre dalle imposte la parcella versata per la consulenza finanziaria, ma si tratta di una deduzione conveniente solo per i soggetti ad alto reddito; il prof. Shiller propone che la deducibilità sia ampliata a tutti, a patto che sia una consulenza prestata da un soggetto remunerato solo ed esclusivamente dal cliente e quindi totalmente indipendente ed imparziale.
Già nel 2008, Nafop affermava che grazie alla deducibilità della parcella del professionista non legato a banche, assicurazioni e reti di vendita, si garantirebbe a tutti i soggetti la possibilità di accedere ad un servizio di protezione del patrimonio affidandosi ad un soggetto il cui scopo è supportare gli investitori nella scelta di soluzioni efficienti ed adeguate, proteggendoli dai consigli viziati dal conflitto di interessi.

3. Robert J. Shiller propone infine l’istituzione di una “commissione per la sicurezza dei prodotti finanziari” il cui compito sarebbe quello di proteggere i risparmiatori. Tale soggetto indipendente dovrebbe raccogliere informazioni sulle esperienze effettive degli utenti dei prodotti finanziari, e sugli “incidenti” a loro capitati, cercando di prevenirne il ripetersi in futuro.
I consulenti finanziari fee only associati a Nafop operano con questo spirito. Tra le attività ed i servizi di consulenza che offrono vi è l’analisi dei prodotti commercializzati dal sistema (banche, compagnie assicurative, reti di vendita ed altri intermediari) e l’individuazione di quelli inefficienti con l’immediata segnalazione agli investitori.

Fonte: IFAWorld.it – Nafop

Articoli Simili

Mappa mensile del risparmio gestito – giugno 2019

Falco64

Assoreti : Dati di raccolta reti Marzo 2019

1admin

Assoreti : Dati di raccolta reti febbraio 2019

Falco64