AdvisorWorld.it
Image default

Mercati azionari a ridosso di supporti significativi

Mercati azionari  a ridosso di supporti significativi  dopo non essere riusciti a confermare i massimi di inizio.

Ftsemib compreso da 5 mesi tra 21500 e 24500, se perde supporto discesa sotto 20000
….

I mercati finanziari chiudono con un segno negativo per la terza settimana di seguito, evento che non si verificava dal lontano marzo 2009. La mancanza di accelerazione dopo lo sprint nei primi giorni dell’anno che aveva permesso la fuoriuscita da un lungo trading range formatosi sui livelli di target indicati,  ha confermato le difficoltà e le incertezze attualmente presenti sul mercato azionario che sconta una crescita troppo veloce rispetto all’andamento economico. Le borse d’altronde hanno sempre cercato di anticipare gli sviluppi economici ma probabilmente il fatto di essere riusciti a scampare ad un’altra grande depressione ha sviluppato una visione troppo ottimistica della situazione. Il ritorno ad una situazione pre-crisi è impossibile in quanto siamo in presenza di un  mondo che è cambiato radicalmente in questi due anni con uno spostamento della ricchezza verso la parte asiatica del mondo e con un cambiamento di atteggiamento dei consumatori, in particolare quelli americani. Le parole di Obama sulla stretta alle grandi istituzioni finanziarie, capace di utili eccellenti con i soldi dei contribuenti, e le prime trimestrali al di sotto delle aspettative hanno avviato il processo di vendita delle ultime settimane permettendo agli investitori di monetizzare i lauti guadagni del 2009. Lo scenario si presenta ancora positivo con un trend rialzista ancora intatto e le vendite a cui siamo assistendo sono fisiologiche dopo i forti guadagni del 2009 e riportano un pò di equilibrio in mercati decisamente troppo tirati. Rimane però da sottolineare con le borse abbiano perso spinta da agosto del 2008 formando prima una ampia fase laterale e poi vanificando i successivi tentativi rialzisti con i ribassi degli ultimi giorni confermando di fatto una forte incertezza sull’andamento dei prossimi mesi.

In termini tecnici, i mercati azionari hanno o tutti chiuso la settimana su dei livelli di supporto importanti come 5500 per il Dax, 3688 per il Cac 2700/20 per l’Eurostoxx, per non parlare del DowJones a ridosso della soglia psicologica di quota 10000 anche se la discesa dell’ S&P500 al di sotto del supporto a 1080/84 annuncia una nuova fase di debolezza. Una violazione dei livelli sopra indicati  approfondirebbe ulteriormente il movimento ribassista in atto spingendo il Dax verso 5100/50 il Cac verso 3400 e il Dow Jones verso 9600 e quindi 9200, importanti aree di acquisto. Per quanto riguarda il gia citato S&P500 la fuori uscita dal canale rialzista che lo aveva caratterizzato da agosto in poi è un chiaro segnale di debolezza cosi come la perdita del supporto a 1080/84 con i prezzi che adesso possono continuare la loro discesa verso 1020 e quindi verso il supporto chiave a 960.

Il mercato italiano fa storia a se, incapace di far segnare nuovi massimi nell’anno, zavorrato dall’andamento delle principali banche italiane che pesano sul listino. Il FtseMib si muove infatti dallo scorso agosto, cioè da più di 5 mesi, all’interno di una ampio trading range 21450-24550, questo ultimo livello rappresenta il 38,2% di ritracciamento di tutto il movimento ribassista 2007-2009, a conferma dell’incertezza regnante. Nell’ultima ottava i prezzi hanno testato con successo la parte bassa del trading range per poi reagire confermando di fatto la fase laterale. Una perdita di 21450/500 sulla spinta ribassista degli altri listini, consentirà ulteriori approfondimenti all’indice domestico spingendolo in prima battuta verso 20770 e quindi verso 20000. Un suo possibile target di discesa finale è però rappresentato da 18450/500, ritracciamento del 50% di tutto il movimento partito sui minimi di marzo09.

010210 - Dax290110

010210 - DowJones290110

010210 - FtseMib290110W

 

Autore: Filippo Ramigni

 

Articoli Simili

Lombard Odier : Mercati emergenti sofferenti: è prevista una ripresa?

Falco64

Janus Henderson Investors : Elezioni di mid term USA

Falco64

NN IP: Impact, come si misura la sostenibilità?

Falco64