AdvisorWorld.it
Monier Stephane Banque Lombard Odier

Lombard Odier: stess test britannico

Lombard Odier Investment Managers : Il Regno Unito ha lasciato l’Unione Europea a fine gennaio 2020, tenendo fede promessa di “terminare il processo di Brexit” che ha permesso a Boris Johnson di vincere le elezioni indette a dicembre 2019 …

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Stéphane Monier, Chief Investment Officer, Banque Lombard Odier & Cie SA.


    Punti chiave:

    Il Regno Unito è entrato in isolamento in ritardo e la ripresa è indietro rispetto al resto del mondo

    L’economia affronta ora la più profonda recessione degli ultimi tre secoli

    La Banca d’Inghilterra sta valutando i tassi di interesse negativi

    La Sterlina inglese è svalutata, ma una Brexit no-deal resta un rischio fondamentale.

La maggioranza ottenuta in parlamento da Johnson avrebbe dovuto garantire una certa tranquillità nei mesi successivi ma adesso il paese sta cominciando a ridurre le misure di lockdown introdotte per contrastare il Covid-19 che si sono tradotte nella più profonda recessione mai registrata dal Regno Unito degli ultimi tre secoli.

Riuscirà Johnson a portare a termine la Brexit permettendo al contempo all’economia britannica di crescere di nuovo? Il governo di Johnson ha cercato di evitare di introdurre misure di isolamento in risposta alle sfide poste la pandemia in tema di salvaguardia della salute pubblica.

Il 13 marzo Sir Patrick Vallance, chief scientific advisor del governo, continuava ad affermare che 40 milioni di persone infette avrebbero creato “l’immunità del gregge” e, mentre gli altri paesi europei introducevano misure di lockdown, i consigli del governo britannico riguardavano principalmente le misure di igiene.

Il governo però è stato costretto ad abbandonare l’approccio iniziale, introducendo misure di isolamento a partire dal 23 marzo, in scia a segnali che indicavano che l’immunità del gregge non avrebbe funzionato e secondo cui il sistema sanitario del paese non avrebbe potuto far fronte a milioni di casi.

Il 28 maggio, diverse settimane dopo la graduale riduzione delle misure di isolamento in Italia, Spagna e Francia, il Regno Unito ha messo in atto un sistema di “track-and-trace” (ovvero di autoisolamento).

Le misure includono una controversa quarantena di 14 giorni per chi arriva nel paese, misura che andrebbe a danneggiare ulteriormente il settore dei trasporti aerei che immette nell’economia britannica circa 52 miliardi di sterline.

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

DPAM : Perché il futuro del real estate è sostenibile

Redazione

Comgest: continua la ripresa in Cina ma occhio al fattore geopolitico

Redazione

Cirdan Capital La grande rotazione verso i titoli value

Redazione