AdvisorWorld.it
Image default

L’eurodollaro “riparte” da area 1.3600

Giornata positiva ma con una chiusura sotto i massimi di seduta per le Borse europee, che hanno in parte scontato la mancanza di spunti provenienti da molti mercati asiatici (chiusi per la festività del capodanno….

 cinese) e soprattutto di Wall Street, che ieri ha osservato un giorno di riposo per il President Day.

Chiusa la borsa di Shanghai ancora per tutta la settimana, il listino di Tokyo ha archiviato la seduta odierna in leggero rialzo: l’indice Nikkei dei 225 titoli guida ha guadagnato 20,95 punti, pari allo 0,2%, salendo a quota 10.034,25.

Il mercato valutario non ha così fornito spunti ed ha praticamente “congelato” le sue quotazioni in una seduta che non ha goduto neanche di approfondimenti dal punto di vista macroeconomico; l’eurodollaro ha galleggiato in area 1.3600 e nei primi scambi della notte si è portato su massimi a 1.3650.

Il trend resta pro dollaro, data la debolezza generalizzata dell’euro causata da tensioni politiche ed economiche all’interno del vecchio continente e da quotazioni al di sotto delle principali medie mobili di riferimento. Possibile strappo in area 1.3700, ma il principale riferimento per gli investitori resta indubbiamente l’area di supporto 1.3550.

In Europa ci si concentra naturalmente sulle vicende della Grecia e sulle decisioni dei ministri delle Finanze europei, che si sono riuniti ieri (Eurogruppo) e si rivedranno anche oggi (Ecofin) a Bruxelles, per valutare eventuali misure eccezionali a favore dello Stato ellenico.

Attesa per oggi l’indice ZEW, che misura la fiducia di analisti e investitori istituzionali sulle prospettive a 6 mesi dell’economia tedesca, dovrebbe continuare a mostrare minor ottimismo a febbraio, a 42 da 47,2 precedente. Sul fronte USA l’indagine Empire di febbraio dovrebbe continuare il recupero e salire a 17.35 da 15,92 di gennaio, mentre l’indice di fiducia dei costruttori NAHB a febbraio dovrebbe stabilizzarsi a 15, dopo due mesi consecutivi in calo..

Spunti Operativi

0
Rialzista
Neutrale
Ribassista

EUR-USD
Supporti

1.3600

1.3550

1.3470

Resistenze

1.3725

1.3850

1.3900


1
Rialzista
Neutrale
Ribassista

USD-JPY
Supporti

89.75

89.00

88.00

Resistenze

90.40

90.95

91.50



L’utente prende atto che le informazioni contenute in questo report hanno mera natura informativa e vengono elaborate dall’analisi dei dati di negoziazione, dei dati di mercato e dalle statistiche.

Analisi Daily

a cura di: Cfx Intermediazioni

Fonte: Cfx Intermediazioni.com

Articoli Simili

Lombard Odier : Mercati emergenti sofferenti: è prevista una ripresa?

Falco64

Janus Henderson Investors : Elezioni di mid term USA

Falco64

NN IP: Impact, come si misura la sostenibilità?

Falco64