AdvisorWorld.it
La Financière de l'Echiquier

La Financière de l’Echiquier – Tutto porta all’AI

La Financière de l’Échiquier “Il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà come per penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno”, scriveva Maupassant.


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente


A cura di Rolando Grandi, Gestore di Echiquier Artificial Intelligence, La Financière de l’Echiquier


A più di un secolo di distanza questa realtà inesplorata assume una nuova dimensione per l’industria dei viaggi, in profonda trasformazione e plasmata dall’intelligenza artificiale (AI).

La chiave sta nel sorriso

Nell'”hotel del futuro”, il sorriso è la chiave che apre la serratura intelligente di una camera, la voce gestisce le luci e un robot garantisce il room service in qualsiasi momento. Gli smart hotel ultra-connessi esistono già in Cina dove il gigante dell’e-commerce, ALIBABA, nell’intento di rivoluzionare il settore alberghiero, ha aperto nel 2019 un hotel totalmente automatizzato e robotizzato a Hangzhou.

Altre strutture hanno aperto i battenti a Shanghai, in collaborazione con l’app WeChat. Dallo smartphone utilizzato per prenotare la camera (intelligente) e per scegliere l’orientamento della stanza e l’arredamento, si possono effettuare il check-in e il check-out, chiamare l’ascensore e ordinare un’anatra alla pechinese.

Nuovi inviti digitali

L’AI offre una serie di vantaggi e servizi che sono altrettante leve produttive per il settore dei viaggi cui la trasformazione digitale dovrebbe portare più di 300 miliardi di dollari tra il 2016 e il 2025.

L’ondata del digitale sta rimodellando il volto del turismo e reinventando la customer experience. Mentre accelera la penetrazione dell’automazione e della robotica, l’analisi dei dati e quella predittiva stanno rivoluzionando l’industria dei viaggi, dall’aeronautica all’ospitalità. Le piattaforme di prenotazione sono cambiate grazie al machine learning e alle reti neurali artificiali che consentono ai chatbot di dare informazioni a clienti e prospect 24 ore su 24, in qualsiasi lingua.

La personalizzazione è ottimizzata grazie agli algoritmi di raccomandazione. Siamo di fronte a una rivoluzione basata sulla raccolta dati, che offre una conoscenza dettagliata dei clienti, dalle preferenze riferite al materasso o ai mezzi di trasporto, ai gusti culinari, e non solo.

La piattaforma cloud di TWILIO consente alle aziende di interagire con i clienti grazie a funzionalità di comunicazione aggiunte alle applicazioni mobili. Ad esempio, durante la pandemia, le compagnie aeree o Airbnb sono riuscite ad avvisare gli utenti della cancellazione di voli o soggiorni grazie alla piattaforma TWILIO integrata nei loro sistemi, e a produrre migliaia di “bot” per rispondere alle domande degli utenti in tempo reale e in qualsiasi momento.

Un altro esempio è AMADEUS, la società spagnola che ha ideato per prima un sistema telematico mondiale di prenotazione viaggi e fornisce alle compagnie aeree soluzioni di AI al fine di limitare l’impatto ambientale dei voli, di stimare il carburante necessario per un determinato volo grazie ad algoritmi e dati storici, e quindi di risparmiare carburante, ridurre il peso dell’aereo e, di conseguenza, le emissioni di CO2. Il gruppo sta anche vagliando, con l’UNICEF, la possibilità di utilizzare l’analisi dei dati di viaggio per contribuire alla gestione della diffusione delle epidemie.

Oltre alla vasta gamma di servizi basati sull’AI che stanno plasmando l’industria del turismo del futuro, sta ora emergendo un nuovo trend: la realtà virtuale. Alcuni operatori propongono infatti degli occhiali virtuali al posto dei cataloghi per favorire l’immersione in un paesaggio o nella smart room, e quindi anche il processo decisionale… o… i viaggi senza spostamenti?

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

La Française : Alla rincorsa

Redazione

iM Global Partner : Aziende di software investimento più sicuro dei beni di consumo

Redazione

Cirdan Capital : Il caso DiDi: prove di convivenza tra governo cinese e Tech Giants

Redazione