AdvisorWorld.it

Gli effetti del passare del tempo

Paolo Legrenzi GAM paura consulente cambiamenti

Ampliare l’orizzonte temporale ha molti effetti “collaterali positivi”. Per esempio, l’enorme scarto tra le paure e i pericoli veri, che sono spesso sottostimati, tende a ridursi con il passare del tempo……


GAM Italia e Prof. Paolo Legrenzi Laboratorio di Economia Sperimentale


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


06122018_1

La figura mostra, sopra il segmento orizzontale, le paure sopravvalutate rispetto ai pericoli oggettivi (confrontare cerchio grande sopra la linea e cerchio piccolo sotto la linea).

Sotto il segmento orizzontale ci sono i pericoli oggettivi, quelli che sono sotto-valutati e quindi le paure sotto-dimensionate rispetto ai rischi oggettivi (cerchi piccoli sopra il segmento). Fonte: Bloomberg modificata.

Un caso particolare è proprio quello dei mercati azionari. Il passare del tempo “galantuomo” sconfigge le nostre presunzioni di capire il mercato meglio di quanto non si capisca il mercato stesso da solo, o, meglio, nel suo complesso indistinto di partecipanti.

Il tempo porta a questo chiarimento e ridimensiona le presunzioni dei pochi rispetto ai molti. Un chiaro esempio in questa direzione è la differenza, dal 2013, e cioè per ben 5 anni, della capacità media dei fondi hedge di battere il mercato nel suo complesso.

Benché un gestore dei fondi hedge sia libero di agire in ogni direzione, e quindi di approfittare in teoria di ogni opportunità, in realtà questa libertà non si traduce, almeno in media, nella capacità di fare meglio del mercato.

Il tempo sconfigge le presunzioni di pochi (presunti esperti) di capire il mercato meglio di quanto non si capisca il mercato stesso! Confronto dal 2013 al 2018 dello S&P500 con le prestazioni medie dei fondi hedge. Fonte: Bloomberg modificata.

E non si prospetta un periodo buono neppure per il reddito fisso visto che dall’inizio del 2018, i tassi tendono, pur con oscillazioni, a essere in crescita.

06122018_3

Dall’inizio del 2018, i tassi dei decennali governativi sono in crescita. Fonte: Economist.

Nel corso del 2018 il “sentiment” degli investitori statunitensi oscilla, anche se i pessimisti superano di poco gli ottimisti, a differenza che a cavallo del 2017 e del 2018 (novembre-gennaio) e del periodo maggio-agosto 2018.

06122018_4

Attualmente i pessimisti, relativamente ai valori dello S&P500 di qui a un anno, superano di poco gli ottimisti, a differenza della prima metà del 2018. Fonte: Bloomberg modificata.

L’incertezza del mercato è probabilmente causata dal fatto che gli investitori, pur non vedendo alternative molto più soddisfacenti, sanno che la borsa è cara.

06122018_5

Circa 80% delle azioni quotate sullo S&P500 già nel 2016 e, poi, nel 2017, erano al di sopra della media mobile a 200 giorni. E lo sono ancor oggi dopo la correzione di Ottobre 2018. Fonte: Bloomberg modificata.

Infine molti investitori seguono con attenzione il rapporto tra lo S&P500 e il Treasury Bond decennale. Si sta per chiudere una forbice che è iniziata nel 1980.

Fine di un ciclo. Si suppone che un calo dei tassi si accompagni a un calo della borsa, anche se questa correlazione non si verifica sempre, come vedremo tra poco.

06122018_6

Si avvicina il punto d’incontro delle due linee che segnano i rendimento dei titoli di stato statunitensi e  quello dello S&P500. Un motivo di nervosismo in borsa. Le due linee si avvicinano fin dal 1981. E’ la chiusura di un ciclo? Fonte: Bloomberg modificata.

In conclusione: è bene espandere l’orizzonte temporale per vedere le tendenze di lungo periodo. Questo anche perché, rispetto a quello che succedeva il più delle volte in passato, di questi tempi i mercati azionari e il reddito fisso tendono a salire e scendere “in tandem”, così come era già successo nel febbraio 2017.

06122018_7

Rispetto a quello che succedeva il più delle volte in passato, di questi tempi i mercati azionari e il reddito fisso tendono a salire e scendere “in tandem”. Il tempo insieme alla diversificazione spaziale sono galantuomini! Fonte: Bloomberg modificata.

Ecco quello che forse è il simbolo della necessità di prendere tempo, di guadagnare tempo, di estendere i nostri orizzonti temporali. Ecco un orologio che segna solo le ore e ci rieduca alla pazienza nel corso di una giornata. Sui mercati finanziari dovremmo usare un orologio che segna gli anni, meglio forse i lustri!

06122018_8

Come si esce dalla trappola del tempo giorno dopo giorno: dare un’occhiata approssimativa allo scorrere delle ore e non dei minuti!

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

Cambiamenti profondi e duraturi: un consulente può aiutare.

Falco64

Lo scorrere del tempo e l’utilità della consulenza

Falco64

Risparmiatori “maleducati”  e consulenza

Falco64