AdvisorWorld.it
Shi Cortesi Jian GAM Investments

GAM: I consumatori asiatici danno una nuova vita ai beni di lusso dopo Covid19

GAM: Cina/Asia: Evoluzione economica, vincitori post-Covid


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


A cura di Mark Hawtin, Investment Director e gestore del GAM Star Disruptive Growth di GAM


L’azionario asiatico e cinese hanno sovraperformato nel 2020 grazie al buon controllo della pandemia e alla rapida ripresa economica. Nel 2021, i mercati azionari asiatici sono stati sostenuti da un miglioramento dei fondamentali e da un allentamento fiscale sostenuto.

Abbiamo già visto una ripresa a forma di V in Cina e in alcuni altri mercati asiatici, e gli economisti hanno aggiornato le previsioni di crescita economica della Cina al 9% per quest’anno. La Cina è sulla buona strada per superare gli Stati Uniti e diventare la più grande economia del mondo entro il 2030.

Le economie asiatiche e cinese continuano ad evolvere verso modelli economici guidati dai consumi e dalla tecnologia, crediamo che i consumi e le innovazioni offrano le migliori opportunità d’investimento. Le nostre strategie d’investimento rimangono focalizzate sulle industrie leader che beneficiano di queste dinamiche in Asia e in Cina.

Attualmente, siamo posizionati in tre aree per trarre profitto dai vincitori del post-Covid.

– Alcune società del settore Internet, e società che beneficeranno dei cambiamenti comportamentali permanenti dovuti a Covid-19, tra cui il lavoro da casa e una più profonda penetrazione dei servizi online.

– Settori della Old Economy come l’automobile, l’hardware tecnologico, i cosmetici e le assicurazioni, che dovrebbero avere un buon rendimento in una ripresa ciclica.

– Un’altra area riguarda la nostra esposizione a nomi non correlati a Covid, come l’energia pulita (solare, eolica, veicoli elettrici) e il fintech.

Il nuovo piano quinquennale della Cina pone l’enfasi sull’innovazione tecnologica come un’area chiave di grande interesse. In un ambiente esterno meno amichevole, la politica cinese enfatizzerà sempre di più la stimolazione del consumo interno e la promozione del progresso tecnologico. Il paese che vincerà la prossima battaglia tecnologica (in 5G, automazione, AI, ecc.) avrà un vantaggio nel conquistare la leadership economica e politica. Di conseguenza, crediamo che i settori del consumo e della tecnologia in Cina continueranno a prosperare, e siamo posizionati di conseguenza.

Un settore che ci entusiasma particolarmente è l’energia pulita. Il piano della Cina per raggiungere la neutralità del carbonio implica un grande potenziale di crescita per l’energia pulita e i veicoli elettrici. La Cina e l’Asia sono leader nella catena di fornitura di veicoli solari, eolici ed elettrici. Si tratta di un’area emergente che prevediamo possa generare rendimenti interessanti per gli investitori nei prossimi anni.

Abbiamo un’esposizione ai titoli della “clean wave” scambiati a valutazioni interessanti, come i produttori di turbine eoliche, i generatori di energia eolica e i produttori di automobili tradizionali con una forte offerta di veicoli elettrici.

Lusso e consumatori Asiatici

Ramachandran Swetha GAM

Intervento a cura di: Swetha , Investment Manager del GAM luxury brands Fund;

Il settore del lusso è sostenuto da un paio di mega-trend globali, tra cui la crescente classe media alla ricerca di consumi aspirazionali nelle economie emergenti, in particolare nella regione asiatica. I cambiamenti demografici e di stile di vita stanno avvenendo in particolare tra i Millennial e la Generazione Z, e tra le generazioni più anziane, che possono dedicare una parte maggiore del loro reddito alla spesa di lusso. I 400 milioni di donne cinesi di età compresa tra i 20 e i 60 anni stanno diventando sempre più una potente forza economica, si stima che guidino 1,5 mila miliardi di dollari di spesa annuale per i consumi.

Attualmente, la Cina rappresenta il 35% del consumo globale di lusso ed è responsabile del 90% della sua crescita; mentre il Giappone e altri paesi asiatici rappresentano il 21% della quota di mercato globale del lusso e il 20% della sua crescita. Il settore continua ad attrarre nuovi consumatori, con la generazione dei Baby Boomer che abbraccia la spesa online, e con il crescente consumismo cinese oltre le sue città Tier 1 e 2.

Il consumatore cinese della generazione Millennial è il più grande consumatore al mondo per i marchi di lusso. Questo si spiega principalmente con il rapido cambiamento generazionale che ha avuto luogo nel paese negli ultimi 40 anni, così come il dato in crescita sui proprietari di casa (70% tra i Millennial cinesi contro il 35% delle loro controparti occidentali) che permette alti livelli di reddito disponibile e di spesa discrezionale. È la formazione della classe media che è fondamentale perché la crescita del settore continui al suo ritmo prima della pandemia. Il governo cinese è molto concentrato sullo sviluppo di un’economia di consumo e sulla diversificazione della sua dipendenza dalla spesa per le infrastrutture. In cima a tutto questo c’è la crescente enfasi sulla sostenibilità e il focus sul comprare meno ma comprare meglio, che naturalmente incide sulla domanda di lusso e sosterrà l’industria.

Il lusso, come molti altri settori, ha affrontato sfide senza precedenti nel 2020, che vanno dalla ridotta mobilità fisica che ha impattato prevalentemente sul segmento basato sui punti vendita fisici che si è dovuto adattare rapidamente ai cambiamenti in tempo reale nell’adozione dell’e-commerce da parte dei consumatori attraverso attività di clienteling innovative. Tutto questo in un contesto in cui è necessario garantire che i marchi di lusso rimangano rilevanti per gli stili di vita dei consumatori in un periodo di sconvolgimenti su larga scala e cali record nei viaggi globali. Il 2021 dovrebbe segnare la fine della crisi, poiché la riapertura economica in tutto il mondo ha portato alla liberazione di una “domanda repressa”, sostenuta dall’eccesso di risparmio delle famiglie – questo si è visto prima in Cina, e ora si è diffuso verso ovest negli Stati Uniti.

Molte società si stanno sforzando di diventare più agili e lo stanno facendo attraverso l’adozione di tecnologie all’avanguardia, come ad esempio la recente creazione dell’Aura Blockchain Consortium che coinvolge LVMH, Prada e Cartier, e potrebbe aprire la strada a ulteriori iniziative a livello di settore. Con il crescente divario tra vincitori e perdenti nello spazio del lusso destinato a continuare, i marchi dovranno sempre più innovarsi per catturare l’attenzione dei consumatori.

La crescita costante sia della domanda di beni di lusso a livello globale sia dei rendimenti per gli azionisti delle società di lusso dimostra la longevità di questo tema. Il settore del lusso si trova in una posizione ideale per sfruttare la crescita guidata dai mercati emergenti con un costo del capitale da mercato sviluppato, che costituisce la base della strategia d’investimento del nostro fondo. Il nostro universo d’investimento comprende marchi esposti ai consumatori affluent/mass di lusso con un patrimonio e un forte potere di prezzo – moda e pelletteria, cosmetici, athleisure, orologi e gioielli, tempo libero, automobili, vini e liquori pregiati, e-commerce di lusso. Alcune partecipazioni italiane di rilievo:

Ferrari – Credo che il mercato stia sottovalutando i progressi che l’azienda ha già fatto verso l’adozione dei veicoli ibridi e verso l’elettrificazione. Le recenti iniziative per coinvolgere i consumatori attraverso la moda e il suo nuovo ristorante presso la sede di Maranello sono entusiasmanti.

Prada – La spinta dei confini dell’innovazione dei materiali attraverso Re-Nylon, che ha ridato slancio al marchio tra i consumatori più giovani utilizzando ad esempio la realtà aumentata (AR) abilitata dai social media.

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

La Financiere de l’Echiquier – Mercati azionari, testa a testa tra indici Value e Growth

Redazione

GAM: Falling Leaves

Redazione

IG: Quale futuro per MPS ?

Redazione