AdvisorWorld.it
Klein Simon DWS

DWS Un report rivela l’ascesa del pilastro “S” degli ESG nei portafogli previdenziali

DWS: Secondo una nuova indagine promossa da DWS, il pilastro “S” dei fattori ESG (Environmental, Social e Governance) sta diventando un driver sempre più importante nel processo decisionale di investimento dei fondi pensione, specialmente alla luce della crisi del Covid-19.

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente


 A cura di Paul Buchwitz, portfolio manager di DWS Invest SDG Global Equities


  • Il pilastro ‘S’ sta diventando sempre più importante per i gestori di fondi pensione
  • Un nuovo report sui fondi pensione di tutto il mondo mette in luce come questi si stiano avvicinando al tema “Social”

Il 66% dei fondi pensione coinvolti intende aumentare le proprie allocazioni ai fondi passive coinvolti sul pilastro “S” nei prossimi tre anni, mentre il 67% sceglierà il proprio gestore in base al track record nella realizzazione dell’agenda sociale dei propri clienti.

CREATE-Research ha condotto questa analisi intervistando 142 operatori in 17 giurisdizioni con un patrimonio gestito complessivo di 2,1 trilioni di euro. Altri 40 soggetti hanno successivamente partecipato a interviste post-sondaggio per aggiungere profondità qualitativa ai risultati. Il rapporto finale, Passive Investing 2021: L’ascesa del pilastro sociale dell’ESG è stato presentato oggi.

Alcune evidenze dell’indagine realizzata:

– Il 59% degli intervistati ha citato il Covid-19 come un “fattore chiave” in relazione almaggiore interesse verso il pilastro “S”.

– Quasi un quarto, il 22%, degli intervistati ha riferito che i loro fondi passivi del pilastro “S” hanno superato i maggiori mercati nel crash di marzo 2020.

– Oltre un terzo degli intervistati, il 36%, cerca di gestire i cosiddetti fat-tail risks, difficili daprevedere, investendo nel pilastro “S”.

La ricerca è stata supportata da DWS per il quarto anno e mira ad esplorare ampiamente l’adozione di investimenti passive da parte dei fondi pensione. I rapporti precedenti si eranoconcentrati su stewardship e ambiente.

“Questa importante ricerca mostra non solo come i fondi pensione continuino ad abbracciare gli investimenti passivi, ma anche la crescente centralità degli ESG e in particolare del pilastro ‘S’ al suo interno”, ha commentato Simon Klein, DWS Global Head of Passive Sales.

Il professor Amin Rajan, amministratore delegato di CREATE-Research, ha commentato: “Il nostro sondaggio del 2021 conferma quanto il Covid-19 abbia messo in luce carenze a lungo nascoste delle odierne economie di mercato, ma anche come la crescente importanza del pilastro ‘S’ di ESG possa giocare un ruolo nel colmare tali carenze”.

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

NN IP : Impatto positivo nel 2020 risparmiate 543 milioni di tonnellate di emissioni di CO2

Redazione

Capital Group: Dai combustibili fossili alle energie rinnovabili

Redazione

LGIM torna a fare pressione sulle aziende perché siano più responsabili sul clima e raggiungano le zero emissioni nette

Redazione