AdvisorWorld.it
Franzoni Moris Credem

Credem, la consulenza finanziaria investe su Puglia e Campania

Credem, tra i principali e più solidi gruppi bancari italiani, prosegue nella strategia di crescita con investimenti per lo sviluppo nelle aree che vedono protagonista il Gruppo da quasi trent’anni grazie alla storica presenza in Campania e Puglia.


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Moris Franzoni, Responsabile rete consulenti finanziari Credem


  • Il progetto di crescita nelle due aree prevede l’inserimento entro la prima metà del 2021 di oltre 20 consulenti e banker a supporto dell’attuale struttura;
  • focus sulle sinergie tra la rete dei consulenti finanziari e le business line della banca che vanta una storica presenza sul territorio.

In particolare la rete di oltre 500 consulenti finanziari di Credem coordinata a livello nazionale da Moris Franzoni, anche nel 2021 sarà impegnata nella crescita territoriale consolidando e rafforzando la presenza nelle aree guidate dai Capi Mercato Cosimo “Mino” Morra per la Puglia e Sergio Longobardi per la Campania. In tali aree in particolare è previsto il reclutamento di 20 consulenti e banker entro la prima metà del 2021.

Forte della presenza di ben 15 point di consulenza finanziaria e quattro financial center ma soprattutto con il supporto costante di 76 filiali, 11 centri small business e 5 centri imprese, l’obiettivo è sviluppare la presenza e la quota di mercato nell’area puntando alle sinergie tra la rete dei consulenti finanziari e le strutture della banca, in particolare con gli specialisti corporate e small business in una delle zone a maggior presenza storica del Gruppo Credem.

 “Il modello di business Credem è particolarmente efficace laddove abbiamo una forte presenza territoriale, quindi è naturale diventare attrattivi nei territori come Puglia e Campania, dove le sinergie risultano spontanee per un tema di prossimità”, dichiara Moris Franzoni, Responsabile rete consulenti finanziari Credem. “In tali aree inoltre già ora molti consulenti lavorano in simbiosi con i colleghi banca, con reciproca soddisfazione operativa ed economica per entrambi”.

Longobardi Sergio Credem

“Molti parlano di prodotti, rendimenti, novità. Noi ci concentriamo sui bisogni del cliente”, ha dichiarato Sergio Longobardi, Capo Mercato della rete di consulenti finanziari Credem per la Campania, “ed è in tale ambito che possiamo distinguerci grazie ad una struttura che ci affianca costantemente per ascoltare le esigenze del cliente a 360° e rispondergli in tempi brevi, rimanendo comunque sempre ben concentrati sul nostro core business cioè la gestione dei loro risparmi”.

Morra Cosimo Credem

“Tutto ciò”, prosegue Cosimo Morra, Capo Mercato della rete di consulenti finanziari Credem per la Puglia, “mantenendo il livello e la qualità della consulenza patrimoniale a marchio Credem, garantita da una presenza locale con un servizio globale di alto livello”.

I progetti di sviluppo in Puglia e Campania fanno parte della strategia di crescita della consulenza finanziaria Credem che è stata recentemente illustrata e condivisa con tutta la rete nel corso dell’incontro virtuale intitolato “Gli antifragili – il domani che siamo” sull’evoluzione della consulenza finanziaria nell’era post Covid-19 che si è svolto a settembre. Il Direttore Commerciale della rete consulenti finanziari, Moris Franzoni, ha dialogato con la direzione della banca e con esperti esterni sul modello di consulenza finanziaria del Gruppo Credem, i suoi vantaggi competitivi caratteristici rispetto al mercato ed illustrato i progetti strategici di sviluppo della rete. La consulenza finanziaria Credem, in particolare, attualmente conta 520 professionisti e 7,8 miliardi di euro di masse di total business.

I temi al centro dell’incontro sono stati:

  • il modello di consulenza finanziaria Credem basato sulla forte integrazione tra la rete e la banca, come il Gruppo abbia reagito con prontezza ed efficacia all’emergenza sanitaria;
  • i nuovi aspetti che la consulenza finanziaria deve considerare come la digitalizzazione, la personalizzazione del confronto con i clienti, gli investimenti sostenibili attraverso un processo ESG compliant;
  • i supporti e gli strumenti necessari per dare un servizio di qualità al cliente, con la nuova piattaforma investimenti evoluta;
  • come applicare concretamente il concetto di “antifragilità” all’interno dei driver di crescita del futuro;
  • oltre all’evoluzione dei mercati, i percorsi formativi e le leve da agire per crescere.

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

Intesa Sanpaolo : risultati consolidati al 30/06/2021

Redazione

GAM Holding AG annuncia i risultati del primo semestre 2021

Redazione

Schroders: Nel post-pandemia cresce la voglia di risparmiare e investire tra gli italiani più giovani

Redazione