AdvisorWorld.it
Franzoni Moris Credem

Credem: 10 nuovi consulenti finanziari da inizio anno

Credem. I nuovi ingressi si aggiungono ai cinque professionisti reclutati nelle ultime settimane dell’anno scorso;     per il 2021 obiettivo 70 nuovi ingressi complessivi.


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Moris Franzoni, direttore commerciale consulenti finanziari Credem


La consulenza finanziaria Credem, coordinata dal direttore commerciale Moris Franzoni, continua anche nel 2021 la strategia di inserimento di nuovi professionisti con il reclutamento di 10 nuovi consulenti dall’inizio dell’anno. Tali ingressi si aggiungono ai cinque realizzati alla fine del 2020. L’obiettivo per il 2021 è proseguire nella strategia di rafforzamento della rete e raggiungere complessivamente oltre 70 nuovi ingressi entro fine anno.

In particolare da inizio 2021 sono entrati nel Lazio a Roma Carlo Melis da BNL; in Lombardia a Bergamo Antonio Ardemani da BNL; in Veneto a Treviso Loris Massarotto ex Deutsche Bank; in Piemonte a Torino Davide Luca Vacca proveniente da Ing Bank; in Puglia a Bari Tommaso Regina ex BCC Altamura ed a San Severo (FG) Gianluca Bellotti da Allianz Bank; in Toscana a Prato Valentina Cartei da Deutsche Bank; inoltre, nell’ambito del progetto giovani “What’s New!” dedicato a chi vuole affacciarsi da neofita alla consulenza finanziaria, sono entrati in Campania a Napoli Luca Rumolo ed a Roma Niccolò Venditti.

Nelle ultime settimane del 2020 sono invece entrati in Friuli Venezia Giulia a Pordenone Massimo Muzzin da Ubi Banca; in Abruzzo da Bnl Guerino Aceto e Marco D’Emilio entrambi su Pescara; in Campania a Napoli Maria Prato proveniente da IW Bank e infine in Toscana sempre a Prato Camilla Caiani da Banca Fideuram anche lei nell’ambito del progetto sui giovani.

 “Questi risultati”, ha commentato Moris Franzoni, direttore commerciale consulenti finanziari Credem, “confermano l’efficacia del modello di business della rete, ormai quasi unico in Italia, basato sulla completa integrazione tra il consulente e le filiali della banca su tutto il territorio nazionale. Il consulente finanziario della rete Credem può infatti collocare non solo i prodotti di gestione del risparmio ma anche tutti i prodotti bancari tradizionali, dalla carta di credito al conto corrente, dal leasing al factoring, per arrivare fino ai prestiti, ampliando in questo modo le proprie fonti di remunerazione”.

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

Robeco scelta dal National Trust per un mandato per la mitigazione del cambiamento climatico

Redazione

Unicredit: risultati di gruppo del 1trim21

Redazione

Willis Towers Watson – Covid-19, l’aumento della digitalizzazione della medicina può creare pericoli imprevisti

Redazione