AdvisorWorld.it
Smerczak Zak Comgest

Comgest: 2019 cautela sui mercati, ottimismo sulle opportunità bottom-up

Il 2019 è alle porte, e il nostro consiglio è di essere cauti, prestando attenzione sia alle valutazioni che alla durata delle opportunità di crescita……

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Zak Smerczak portfolio manager del fondo Comgest Growth World di Comgest


Abbiamo già ridotto e venduto diversi titoli presenti nel portafoglio – in alcuni casi da oltre dieci anni – visto che la traiettoria di crescita di lungo termine appare meno certa, soprattutto nei casi in cui le valutazioni appaiono in qualche modo eccessive in termini storici relativi. Questo è particolarmente vero per i titoli IT e dell’automazione industriale.

Tuttavia, dal nostro punto di vista, ci sono molti business model robusti in grado di assicurare una crescita degli utili chiara, stabile e sostenibile per gli investitori di lungo periodo nei vari contesti economici, indipendentemente dall’area geografica e dal settore.

Un’area in cui abbiamo trovato nuove idee, o rinforzato altre preesistenti, sono i beni di consumo negli Stati Uniti e in Europa, che hanno perso appeal con l’emergere delle paure legate all’inflazione, alla pressione sui prezzi delle materie prime e la rivoluzione dei canali di distribuzione.

Sia Church & Dwight (una nuova idea) che Unilever (in cui eravamo già investiti) sono due esempi. Crediamo che entrambi offrano una crescita del fatturato consistente, visibile e intorno al 7%-8%, con margini in miglioramento grazie all’ottimizzazione dei costi e alla leva operativa garantita dall’espansione in nuovi mercati, risultando in una crescita degli utili solida ed a doppia cifra.

Similmente, crediamo che le società leader nelle forniture di attrezzature mediche come Medtronic e Becton Dickinson offrano solide e molto visibili opportunità di crescita sostenute dai lanci di prodotti innovativi, dalla penetrazione nei Mercati Emergenti e dal pricing competitivo (per quanto con alcuni elementi di pressione dovuti a delle riforme dei sistemi sanitari). Abbiamo continuato a rinforzare i nostri investimenti in questi business nel corso dell’anno sfruttando le valutazioni molto interessanti.

Guardando alle opportunità specifiche dei singoli Paesi per il 2019, crediamo che il Giappone continui a offrire opportunità interessanti in un mercato in cui le previsioni del consensus tendono, nella nostra esperienza, a sottostimare il potenziale di crescita.

Società del retail come Fast Retailing (cui fa capo Uniqlo), Seven & I e Don Quijote stanno tutte beneficiando degli stabili passi avanti nelle vendite nei negozi, dell’apertura di nuovi spazi e dell’aumento dei margini. Altro fattore di supporto è la continua crescita del turismo, in particolare dalla Cina, che nel caso di Fast Retailing è anche un Paese in cui si stanno inaugurando nuovi negozi e dove il marchio sta crescendo molto.

Indipendentemente da quello che accadrà sul fronte macroeconomico, crediamo che anche l’anno prossimo sarà possibile trovare opportunità di investimento con valutazioni interessanti e la cui crescita sia visibile, stabile e organica. 

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

UK Azionario guardare oltre la nebbia verso i fondamentali

Redazione

Columbia T.I.: Cos’ha in serbo il 2019?

Redazione

GAM: imboccare la strada giusta nel 2019 con gli investimenti non direzionali

Redazione