AdvisorWorld.it

Capital Group: continua la ristrutturazione delle imprese giapponesi

Seung Kwak Capital Group Giappone

Il terzo mandato del Primo Ministro Shinzo Abe proseguirà fino al 2021, così come le sue politiche. Garantire che il Giappone tenga il passo con la crescita del suo PIL nominale, favorevole negli ultimi anni,…….

A cura di Seung Kwak, portfolio manager Capital Group


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente


sarà uno dei principali obiettivi del primo ministro al fine di far emergere il paese dal suo deficit fiscale e migliorarne lo standard di vita.

Sul fronte della governance, c’è ancora molto da fare per ristrutturare le imprese giapponesi.

Tuttavia, sono già stati fatti notevoli progressi.

Nel marzo 2018 la Tokyo Stock Exchange ha rivisto il Codice di Corporate Governance del Giappone e nel corso dell’anno la Financial Services Agency ha ampliato il codice di stewardship per gli investitori istituzionali.

Ora queste linee guida sono più prescrittive e vi sono segnali che le migliorie possano essere più autosostenute.

Anche i fondi pensione pubblici richiedono una maggiore responsabilizzazione dei gestori patrimoniali, spingendo alcune imprese a migliorare il dialogo con gli investitori e concentrarsi sui rendimenti.

Il Government Pension Investment Fund giapponese, il più grande fondo pensione al mondo, sta sfruttando la sua influenza per introdurre solide prassi in materia di corporate governance.

Si registrano inoltre pressioni aggiuntive per aumentare la distribuzione di dividendi e il riacquisto di azioni proprie, che dovrebbero contribuire ad aumentare i rendimenti degli azionisti.

Una comunicazione regolare è fondamentale per promuovere una buona governance.

I professionisti degli investimenti di Capital Group hanno intrattenuto lunghe conversazioni con le imprese, comprese quelle giapponesi, riguardanti il miglioramento della governance.

Il Giappone ha fatto grandi passi avanti e si sta allontanando considerevolmente dal sistema Kansayaku, in cui i revisori contabili sono pagati dalla società, diventandone di fatto dipendenti.

L’evoluzione della composizione dei consigli delle società giapponesi rappresenta una transizione molto interessante.

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

GAM: Fu crisi di fiducia a fermare l’economia

Falco64

Vontobel: premio per il rischio petrolifero elevato

Falco64

Comgest: Europa gioca in difesa

Falco64