AdvisorWorld.it
Gregorini Nevia BNP Paribas

BNP Paribas lancia una nuova gamma di Bonus Cap

BNP Paribas lancia una nuova gamma di Bonus Cap su indici e azioni e Top Bonus su azioni con scadenza dicembre 2021

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Nevia Gregorini, Head of Exchange Traded Solutions di BNP Paribas Corporate & Institutional Banking


Rendimenti potenziali compresi tra il 4% e il 25% e possibilità di ricevere premi a scadenza anche in caso di ribassi del sottostante fino al 30%

BNP Paribas ha lanciato una nuova gamma di Certificate Bonus Cap e Top Bonus su Borsa Italiana con scadenza a dicembre 2021 e rendimenti potenziali compresi tra il 4% e il 25%.

La scadenza molto vicina, a dicembre 2021, risponde alle esigenze degli investitori di protezione e rendimento su un orizzonte temporale di breve periodo. A fronte di una scadenza a 8 mesi, i nuovi Bonus Cap e Top Bonus offrono rendimenti potenziali compresi tra il 4% e il 25%. Una delle caratteristiche di questi certificati è infatti quella di “monetizzare la volatilità”: quando è elevata consente di emettere prodotti con barriere molto profonde, assicurando un “cuscinetto” rispetto a possibili ulteriori discese dei corsi fino al 30%.

Per quanto riguarda i Bonus Cap, questi strumenti consentono di ottimizzare il portafoglio rispetto all’investimento diretto in azioni o indici. Inoltre, a scadenza, permettono di ottenere un Bonus se nel corso della vita del Certificate il sottostante non ha mai raggiunto un valore pari o inferiore alla Barriera continua. Infatti, è possibile guadagnare anche in caso di ribassi moderati delle azioni sottostanti, compresi tra il 70% e l’80% del valore iniziale a seconda del prodotto selezionato. Se invece si verifica l’evento barriera, a scadenza il Certificate non paga il Bonus, ma un importo proporzionato all’effettiva performance del sottostante. In questo caso sono possibili due scenari: l’investimento si può concludere con un ritorno se il valore finale del sottostante è superiore a quello iniziale e il guadagno rimane comunque limitato dal livello del Cap. Si verifica una perdita del capitale investito commisurata alla performance negativa del sottostante, se il valore finale del sottostante stesso è inferiore al valore iniziale.

Invece, per quanto concerne i Top Bonus, questi prodotti si caratterizzano per una barriera discreta, cioè rilevata solo a scadenza, e per un funzionamento più semplice. Questi Certificate prevedono la possibilità di ottenere un Bonus se alla scadenza il sottostante non ha raggiunto un valore pari o inferiore alla Barriera, compresa tra il 70% e l’80% del valore iniziale a seconda del prodotto selezionato. Se invece alla scadenza si verifica l’evento barriera, il Certificate non paga il Bonus, ma un importo proporzionato all’effettiva performance del sottostante. In questo caso si verifica una perdita del capitale investito commisurata alla performance negativa del sottostante.

I Top Bonus differiscono dai Bonus Cap classici per il monitoraggio della barriera solamente a scadenza: non è richiesto infatti che la barriera rimanga inviolata durante tutta la vita del certificate, ma è sufficiente che il sottostante recuperi tale livello entro la data di valutazione finale. L’opzione della barriera osservata solo a scadenza riduce naturalmente il rischio, dal momento che la probabilità di rottura è limitata ad una sola data di osservazione: se il sottostante dovesse arrivare a scendere sotto la barriera, ma poi recuperasse terreno entro la scadenza, il rendimento sarebbe intatto.

I Top Bonus e Bonus Cap Certificate sono rivolti a un investitore che ritiene che una certa azione o indice possa mantenere nel periodo di vita del certificate un andamento “laterale”, cioè all’interno di un determinato range. In tal caso a scadenza l’investitore guadagna il bonus, ossia ottiene un rendimento prefissato sul proprio investimento. Per queste caratteristiche ricorrono ai Top Bonus e ai Bonus Cap anche risparmiatori provenienti da un mercato obbligazionario dai rendimenti ormai molto risicati, se non addirittura negativi, ma che non si sentono ancora preparati ad investire direttamente nei mercati azionari, caratterizzati da un maggior livello di rischio.

Ancora più di altri Certificate, che nascono per essere tenuti fino a scadenza, i Bonus Cap e i Top Bonus ben si adattano ad essere venduti anche durante la vita del prodotto, quando la quotazione del Bonus si avvicina al Cap: proprio per rendere ancora più efficiente questo tipo di operatività, BNP Paribas ha deciso di ridurre ulteriormente gli spread (la differenza tra il prezzo denaro e la lettera), che per i Bonus Cap è di soli 50 punti base per le azioni, scendendo addirittura a 30 punti base per alcuni indici.

Nevia Gregorini, Head of Exchange Traded Solutions di BNP Paribas Corporate & Institutional Banking, ha commentato: “La nuova gamma di Bonus Cap e Top Bonus Certificate risponde all’esigenza degli investitori di rendimenti interessanti con un buon livello di protezione anche nel medio-breve periodo. La nuova emissione id BNP Paribas con scadenza dicembre 2021 va a soddisfare proprio questa domanda, grazie a soluzioni che forniscono diversi profili di rischio-rendimento, proteggendo il capitale investito da moderati ribassi grazie alle barriere – continue o discrete – poste tra il 70% e l’80% del valore iniziale”.

Qui di seguito la lista dei nuovi prodotti emessi sul mercato SeDeX di Borsa Italiana.

BONUS CAP SU AZIONI SCADENZA DICEMBRE 2021

ISIN SOTTOSTANTE VALORE INIZIALE BARRIERA CONTINUA BONUS/CAP
% %
NLBNPIT129U0 Air France-KLM 5,0300 70 3,52100 25 6,2875
NLBNPIT129V8 ArcelorMittal 24,7700 70 17,33900 15 28,4855
NLBNPIT129W6 TELECOM ITALIA 0,4422 70 0,30954 8 0,4776
NLBNPIT129X4 Lufthansa 10,7840 70 7,54880 17 12,6173
NLBNPIT129Y2 Volkswagen 240,1500 70 168,10500 11 266,5665
NLBNPIT129Z9 Banco BPM 2,3870 70 1,67090 7 2,5541
NLBNPIT12A00 Leonardo 7,2080 70 5,04560 8 7,7846
NLBNPIT12A18 Airbus 102,7000 70 71,89000 7 109,8890
NLBNPIT12A26 ENI 10,3240 80 8,25920 8 11,1499
NLBNPIT12A34 Generali 17,2250 80 13,78000 7 18,4308
NLBNPIT12A42 Intesa Sanpaolo 2,3100 80 1,84800 11 2,5641
NLBNPIT12A59 Stellantis 14,7920 80 11,83360 11 16,4191
NLBNPIT12A67 TELECOM ITALIA 0,4422 80 0,35376 14 0,5041
NLBNPIT12A75 Bayer 54,9600 80 43,96800 12 61,5552
NLBNPIT12A83 ST Microelectronics 31,8850 80 25,50800 16 36,9866
NLBNPIT12A91 Tenaris 9,2320 80 7,38560 17 10,8014
ELIMNLBNPIT12AA8 SAIPEM 2,3080 80 1,84640 16 2,6773

BONUS CAP SU INDICI SCADENZA DICEMBRE 2021

ISIN SOTTOSTANTE VALORE INIZIALE BARRIERA CONTINUA BONUS/CAP
% %
NLBNPIT12AB6 FTSE MIB 24.691,4600 80 19.753,16800 4 25.679,1184
NLBNPIT12AC4 EURO STOXX Banks 89,1400 80 71,31200 10 98,0540
NLBNPIT12AD2 STOXX® EUROPE 600 BASIC RESOURCES INDEX 606,1200 80 484,89600 7 648,5484

 TOP BONUS SU AZIONI SCADENZA DICEMBRE 2021 

ISIN SOTTOSTANTE VALORE INIZIALE BARRIERA OSSERVATA SOLO A SCADENZA

BONUS/CAP

ISIN

SOTTOSTANTE

% %
NLBNPIT12AE0 ArcelorMittal 24,7700 70 17,33900 9 26,9993
NLBNPIT12AF7 Volkswagen 240,1500 70 168,10500 6 254,5590
NLBNPIT12AG5 Intesa Sanpaolo 2,3100 80 1,84800 7 2,4717
NLBNPIT12AH3 Banco BPM 2,3870 80 1,90960 7 2,5541
NLBNPIT12AI1 Leonardo 7,2080 80 5,76640 8 7,7846
NLBNPIT12AJ9 Air France-KLM 5,0300 80 4,02400 20 6,0360
NLBNPIT12AK7 Lufthansa 10,7840 80 8,62720 14 12,2938
NLBNPIT12AL5 Stellantis 14,7920 80 11,83360 6 15,6795
NLBNPIT12AM3 TELECOM ITALIA 0,4422 80 0,35376 8 0,4776
NLBNPIT12AN1 UNICREDIT 8,6250 80 6,90000 8 9,3150
NLBNPIT12AO9 SAIPEM 2,3080 80 1,84640 9 2,5157

Fonte: AdvisorWorld.it

Articoli Simili

Vontobel nuovi certificati Cedola Fissa su titoli legati all’innovazione

Redazione

Intesa Sanpaolo – 34 nuovi Certificati Premium Cash Collect

Redazione

UniCredit Nuova Emissione di Fixed Cash Collect Unicredit

Redazione