AdvisorWorld.it
Image default

Banca Generali:Dati preliminari: crescono i premi danni (+3,1%); elevata raccolta netta vita oltre € 5,8 mld.

I premi danni raggiungono € 22,8 mld (+3,1%) con un’accelerazione nel quarto trimestre (+6%) in tutte le linee di business.
Il Gruppo si conferma leader nel ramo vita in Europa e realizza una raccolta netta di oltre € 5,8 mld, la più elevata del mercato.
I premi vita a € 46,4 mld (-9,3%) a causa della raccolta dei premi unici (-24%), condizionata dall’andamento dei mercati finanziari. Continua la crescita dei premi annui (+3,4%)….


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da IFAWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.

Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Giovanni Perissinotto, Group Ceo di Generali ha affermato: “In un contesto estremamente difficile in Europa e in particolare in Italia, Generali ha mostrato la capacità di raggiungere importanti risultati di raccolta con un forte sviluppo nei danni e una produzione vita che ci conferma leader in Europa. La crisi del 2011 ha messo in evidenza i punti di forza del nostro Gruppo: il modello di business, la diversificazione territoriale e la prudente politica di investimento. Tutto ciò contribuisce oggi, in un quadro finanziario particolarmente stressato, a mantenere adeguata la solidità del nostro Gruppo, in grado di sostenere con le proprie forze lo sviluppo del business”.
Milano – Il Consiglio di Amministrazione di Assicurazioni Generali ha esaminato oggi l’andamento della produzione dell’esercizio 2011.
Generali ha chiuso l’anno con elevati risultati di produzione nonostante il difficile contesto economico in alcuni Paesi di operatività del Gruppo, in particolare nel quarto trimestre, che ha determinato tra l’altro una forte contrazione del risparmio delle famiglie. La produzione è stata spinta dal segmento danni, dove i premi lordi hanno raggiunto € 22,8 miliardi (+3,1%) con buone performance in tutte le linee di business.
Nel ramo vita, grazie alla diversificazione distributiva basata su reti proprietarie e al business mix, Generali ha chiuso l’anno con una raccolta netta vita – pari alla differenza tra premi incassati e pagamenti – a oltre € 5,8 miliardi, confermandosi la più elevata del mercato europeo.
I premi vita complessivi si sono attestati a € 46,4 miliardi, -9,3% rispetto ad un 2010 caratterizzato da livelli di raccolta particolarmente elevati. Con circa € 42 miliardi di premi vita raccolti in Europa, il Gruppo si conferma leader nel segmento. In particolare, a fronte di un calo dei premi unici (-24%), si è registrato nel ramo vita un andamento positivo dei più profittevoli premi annui (+3,4%) che dimostra la forza delle reti proprietarie.
I premi lordi complessivi sono stati pari a € 69,2 miliardi (-5,5%; € 73,2 mld a fine 2010).

Fonte: IFAWorld – Banca Generali

Articoli Simili

Loomis Sayles e McDonnell Investment Management annunciano l’accordo di fusione

Falco64

Generali Investments e Università Bocconi presentano uno studio sulla politica degli investimenti dei fondi pensione

Falco64

Intermonte SIM: Il petrolio in calo stuzzica i tagli Opec

Falco64