Notizie
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Eurizon, la società di asset management del Gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di prodotti e servizi per la clientela retail e istituzionale, apre il 2018 con risultati positivi su tutti i principali indicatori di crescita.......


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da AdvisorWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente



Tommaso Corcos, AD di Eurizon Capital


  • Patrimonio gestito a 314,5 miliardi di euro (+6,5% su dodici mesi)
  • Utile netto consolidato pari a 123,2 milioni di euro (+4,2% rispetto al primo trimestre 2017)
  • Margine da commissioni di 184,8 milioni di euro (+ 18% rispetto al primo trimestre 2017)
  • Raccolta netta nel trimestre a 3,3 miliardi di euro
  • 17 nuovi prodotti lanciati nel trimestre

Il valore del patrimonio al 31 marzo 2018 è pari a 314,5 miliardi di euro in aumento rispetto ai 295,4 miliardi di marzo 2017 (+ 6,5%).

L’utile netto consolidato (compreso l’utile di pertinenza di terzi) è pari a 123,2 milioni di euro (+4,2% rispetto al primo trimestre 2017). Il margine da commissioni raggiunge i 184,8 milioni, in crescita del 18% sull’anno precedente. Il cost/income ratio si attesta al 20%, a dimostrazione degli eccezionali livelli di efficienza operativa della società. Eurizon conferma, inoltre, le notevoli capacità in termini di raccolta posizionandosi ai vertici della classifica secondo i dati di Assogestioni11. La raccolta totale nel trimestre è di 3,3 miliardi di euro, grazie soprattutto ai fondi aperti (2,7 miliardi), che hanno beneficiato di forti afflussi nella categoria dei flessibili (oltre 3 miliardi). Molto positivo anche il contributo delle Gestioni di Portafoglio per la clientela istituzionale con 1,5 miliardi di raccolta nel trimestre. Prosegue il trend di crescita dei fondi PIR che a fine marzo superano i 2 miliardi di AUM, con una raccolta da inizio anno di 354 milioni, a cui si aggiungono i 480 milioni di patrimonio su soluzioni per la clientela istituzionale. 

Nel periodo il patrimonio di Penghua, società con sede in Cina partecipata al 49%, sale a 78,6 miliardi di euro, portando il patrimonio complessivo di Eurizon a 393 miliardi. 

L’HUB dell’Est Europa registra una raccolta da inizio anno di 72 milioni di euro e un livello di patrimonio complessivo per le tre strutture VUB AM (Slovacchia), CIB IFM (Ungheria) e PBZ Invest (Croazia) di 3,85 miliardi di euro.

In Asia da febbraio 2018 è stato accentrato su Eurizon Capital SGR, il controllo diretto della subsidiary a Hong Kong Eurizon Capital (HK) Ltd, precedentemente in capo alla controllata lussemburghese.

Nel trimestre sono stati lanciati 17 nuovi prodotti: 14 fondi di diritto italiano e 3 comparti lussemburghesi.  Inoltre, nell’ambito dell’accordo di distribuzione siglato lo scorso aprile tra Poste Italiane e Intesa Sanpaolo è stato avviato un mandato per la gestione in delega del fondo «BancoPosta Orizzonte Reddito», che adotta una strategia di gestione flessibile, investendo sui mercati obbligazionari, monetari e azionari attraverso l’implementazione di diverse strategie di investimento quantitative e discrezionali. Tra i prodotti che valorizzano le partnership della SGR, si segnala un nuovo strumento che beneficia dell’expertise della joint-venture londinese Eurizon SLJ Capital: Eurizon Fund - Bond Aggregate RMB un comparto lussemburghese che permette di investire in obbligazioni denominate in Renmimbi negoziate sul China Interbank Bond Market e in altri mercati della Repubblica Popolare Cinese e Hong Kong.  Eurizon prosegue, inoltre, nel suo impegno sugli investimenti responsabili introducendo nella propria gamma d’offerta lussemburghese: Eurizon Fund - Absolute Green Bonds, il primo strumento (partito lo scorso gennaio) istituito da un asset manager di matrice italiana specializzato sui mercati obbligazionari internazionali che permette di finanziare progetti legati all’ambiente, e Eurizon Fund - Bond Corporate Smart ESG, un comparto che si avvale di un modello quantitativo basato su fattori ESG (ambientali, sociali e di governance).

“La coesione e le consolidate expertise che contraddistinguono la nostra squadra hanno permesso di chiudere un altro trimestre in crescita. Il costante impegno dei diversi team ha permesso di ottenere grandi soddisfazioni in un contesto caratterizzato da numerose complessità che vanno dalla riduzione delle fonti di performance, alle novità regolamentari, all’innovazione tecnologica.” afferma Tommaso Corcos, Amministratore Delegato di Eurizon. “In questi mesi abbiamo avviato in Italia nuove partnership importanti, che hanno tra l’altro richiesto ulteriori sforzi nell’attività di supporto formativo e commerciale. Contemporaneamente manteniamo alta l’attenzione verso lo sviluppo internazionale che continua a rappresentare uno dei principali obiettivi del nostro nuovo piano d’impresa”

1 Fonte: Mappa Assogestioni, dati a marzo 2018

Fonte: AdvisorWorld.it

logo

Investitori professionali

Importanti avvertenze legali

Per poter accedere alle informazioni di questo portale web è necessario leggere e accettare le seguenti note legali e termini.
Se non si è compreso il contenuto del sito o se non si soddisfano tali condizioni, non si potrà procedere ulteriormente, rifiutando l’accettazione di tali termini.
Le informazioni presenti nel portale web sono disponibili soltanto per i soggetti considerati Investitori Professionali secondo il diritto italiano.
Chi non soddisfa tali requisiti non può proseguire oltre e deve abbandonare il portale.