AdvisorWorld.it
CAFFE' 3

28/04/09 Bund: per i prossimi mesi è possibile una fase laterale compresa fra 120,00/50 e 125,00-126,50

COMMENTO OPERATIVO: Euro: Il Bund da inizio dicembre è inserito in una fase laterale fra 121,50 e 126,50, livello intermedio 124,50. Per i prossimi mesi è possibile una ….

 

fase laterale compresa fra 120,00/50 e 125,00-126,50, livelli intermedi 121,50 e 124,00.
Un segnale di debolezza si avrebbe al di sotto di 120,00, con obiettivi 118,00, quindi 116,00/80. Sopra 126,50 la salita dovrebbe continuare verso 128,00, quindi 130,00.

USA
Dopo la discesa di inizio anno il T-Note sta tentando di consolidare al di sopra di 121,50-122,00 (contratto giugno’09). Per le prossime settimane appare possibile la continuazione del movimento laterale compreso fra 121,50-122,00 e 127,00-128,50, livelli intermedi 124,50 e 125,50. Eventuali violazioni di 121,50 determinerebbero discese a testare 119,50-120,00 ed estensioni verso 117,50-118,00, dove saremmo compratori. Viceversa sopra 128,50 sono possibili nuove salite verso 130,00-132,00, quindi 135,00, dove sono attese nuove vendite.

Italia
Btp 1 agosto 2011 5,25 % (3 yrs) – Grafico Settimanale
COMMENTO: la tenuta del supporto statico in area 100,00-100,50 a giugno-luglio 2008 ha consentito l’avvio di una salita che ha portato le quotazioni al test di quota 107,00 (max. 107,06). Per le prossime settimane finché le quotazioni stazionano sopra 106,00/25 il tono permane moderatamente positivo con obiettivo 108,00. Le pressioni rialziste diminuirebbero al di sotto di 106,00, favorendo una discesa verso 104,50-105,00, quindi 102,80-103,00 (estensioni difficilmente sotto 102,00).

Bund 10yrs – contratto di continuazione – grafico giornaliero
COMMENTO: il Bund da inizio dicembre è inserito in un movimento oscillatorio compreso fra 121,50 e 126,50, livello intermedio 124,50. Per i prossimi mesi è possibile una fase laterale compresa fra 120,00/50 e 125,00-126,50, livelli intermedi 121,50, 124,00. Un segnale di debolezza si avrebbe in caso di discese sotto 120,00, con obiettivi 118,00, quindi 116,00/80, dove saremmo compratori. Viceversa salite sopra 126,50 determinerebbero la ripresa del movimento rialzista dominante verso 128,00, quindi 130,00. 6 marzo Roll-over da contratto marzo’09 a contratto giugno’09

Btp 1 febbraio 2037 4,00 % (30 yrs) – Grafico Giornaliero
COMMENTO: pesante discesa per il titolo a seguito della violazione del forte supporto statico a 80,00 che tocca un minimo a 77,01, per poi invertire tendenza e portarsi al test di 85,50 nelle ultime sedute. Il nuovo test di 85,50, seguito al movimento impulsivo di gennaio e alla successiva correzione di marzo dovrebbe determinare la continuazione della salita verso la resistenza chiave a 88,00/50. Le spinte rialziste si attenuerebbero nelle prossime sedute al di sotto di 83,50, riproponendo il movimento di consolidamento fra 80,00-81,00 e l’importante area di resistenza 84,50-85,50. Nuovo indebolimento sotto 80,00-81,00, con probabile ripresa della discesa con prossimi obiettivi a 77,00-77,50, quindi 75,00.

T-Note 10yrs – contratto di continuazione – grafico giornaliero
COMMENTO: dopo la discesa di inizio anno il T-Note sta tentando di consolidare al di sopra di 121,50-122,00 (contratto giugno’09). Per le prossime settimane appare possibile la continuazione del movimento laterale compreso fra 121,50-122,00 e 127,00-128,50, livelli intermedi 124,50 e 125,50. Eventuali discese sotto 121,50 determinerebbero discese a testare 119,50-120,00 ed estensioni verso 117,50-118,00, dove saremmo compratori. Viceversa sopra 128,50 sono possibili nuove salite verso 130,00-132,00, quindi 135,00, dove sono attese nuove vendite. 20 marzo Roll-over da contratto marzo’09 a contratto giugno’09

T-Bond 30yrs – contratto di continuazione– grafico giornaliero
COMMENTO: dopo le violente salite di fine 2008 che hanno portato il derivato da 113 a 141,50 in 6 settimane sono scattate consistenti prese di beneficio che hanno portato le quotazioni a 123,50 (contratto marzo’09). Per le prossime settimane sono possibili movimenti di consolidamento all’interno del range compreso fra 124,00-125,00 (contratto giugno’09) e 134,00. Eventuali discese sotto 124,00 determinerebbero una discesa verso 120,00-122,00, dove saremmo compratori. Le spinte ribassiste per le prossime sedute si attenuerebbero sopra 134,00, favorendo una salita verso 137,50. 20 marzo Roll-over da contratto marzo’09 a contratto giugno’09

ETF Obbligazionario Corporate – IBOXX EUR CORPORATE
COMMENTO: dopo la salita degli ultimi mesi che ha portato il titolo da 96 di metà ottobre a 119 di fine dicembre, le quotazioni sono scese verso il supporto statico a 108,50, per poi risalire verso 116,50 nelle ultime settimane. Per i prossimi mesi è possibile un movimento in range fra 106,50-108,50 e 119,00-120,00, livello intermedio 113,50. Per le prossime settimane è possibile un movimento nel range ridotto fra 111,00 e 116,50, livello intermedio 113,00. Indebolimento in caso di discese sotto 106,50 che riproporrebbe i livelli di inizio ottobre in area 97,50-99,00. Dividendi: stacco il 25 febbraio’09 di 1,3968 euro, pagamento il 25 marzo.

ETF Obbligazionario – EuroMts Inflation Linked (Lyxor)
COMMENTO: l’Etf dei titoli di stato europei legato all’inflazione si riporta per la terza volta al test della forte resistenza a 109,50-110,00, superandola nelle ultime sedute ancora non in maniera convincente. Per le prossime settimane è necessaria una conferma del superamento di 110,00-110,50 che consentirebbe una salita con primo obiettivo individuabile a 115,00. Il segnale positivo verrebbe negato al di sotto di 107,50-108,00, favorendo una discesa verso 105,30, con possibili estensioni a 102,00-103,50.


 

 

Certificazione degli analisti

Noi, analisti dell’Ufficio Analisi Tecnica del Gruppo Banca Sella, dichiariamo che tutte le opinioni espresse nel presente report riflettono opinioni personali sugli emittenti e/o sui titoli, formate sulla base di informazioni non riservate. Certifichiamo, inoltre, di non possedere interessi personali rilevanti, come definiti da codice interno, nelle società trattate.Avvertenze I dati relativi a indici di Borsa, titoli azionari, obbligazioni, strumenti finanziari derivati e altri strumenti finanziari hanno come fonti Bloomberg, eSignal, Sole24Ore, STB.

I risultati (guadagni o perdite) relativi a questo servizio di informativa finanziaria si riferiscono ai dati storici e a quanto avvenuto fino alla data della sua elaborazione e pertanto non sono indicativi di risultati futuri.

Salvo persamente specificato, i risultati relativi a questo servizio di informativa finanziaria sono considerati al lordo di commissioni, competenze e oneri a carico dell’utente che decida di effettuare attività di compravendita degli strumenti finanziari oggetto del servizio stesso.

Analisi Weekly

Autore: Romano De Bortoli

Fonte: Ufficio Analisi Tecnica Gruppo Banca Sella

Articoli Simili

Natixis IM Greggio prezzi in balia dei rischi geopolitici

Redazione

GAM, un primo semestre in crescita per petrolio e materie prime

Redazione

Columbia T.I.: Materie prime in attesa di una tregua dalla guerra commerciale

Redazione