AdvisorWorld.it

26/05/09 Oggi verrà diffuso il dato relativo alla Fiducia consumatori americana

CAFFE' 3

Da seguire: – Aste – L’Italia offre BOT semestrali per 9,5 mld, oltre a 2,5 mld del BOT 31.08.2008 e a 3,0 mld di CTZ biennali (31.03.2011). Aste a breve e…..

 

26052009 1.png


medio termine in Olanda (scadenze 2010, 2014 e 2015) per un massimo di 2 mld.

Area Euro

– Germania. La stima dettagliata per il 1° trimestre ha confermato la peggiore contrazione del PIL tedesco dal dopoguerra (-3,8% t/t; -6,9% a/a), con una lieve revisione al ribasso per il 4° trimestre del 2008 a -2,2% t/t. La contrazione è dovuta per 1,7 punti alla domanda interna e per 2,2 punti alle esportazioni nette. Nell’ambito della domanda interna si conferma il forte drenaggio dovuto a scorte (-0,5 punti percentuali di PIL), investimenti produttivi (-1,3) e costruzioni (-0,3). In crescita, al contrario, i consumi privati (+0,5% t/t) e pubblici (+0,3% t/t). Ci attendiamo che l’economia tedesca continui a contrarsi anche se ad un ritmo meno grave nei prossimi trimestri perché in parte stimolata da un aggressivo stimolo fiscale. In media, nel 2009, prevediamo una contrazione del PIL di almeno 5,7%.

– Germania. I prezzi all’import tedeschi sono calati in aprile di -8,6% a/a dal -7,1% a/a precedente. La discesa è ancora spiegata dai pregressi cali dei prezzi delle materie prime. Il trend potrebbe interrompersi a metà estate date le rinnovate pressioni sul prezzo del greggio.

– Francia. La spesa per consumi è vista in calo ad aprile a -0,3% m/m dall’1,1% m/m di marzo. Su base trimestrale, la variazione per il 2° trimestre potrebbe chiudersi con un calo del -0,5% t/t dopo il +0,6% t/t gonfiato dagli incentivi statali sulle auto.

– Belgio. L’indice di fiducia della Banca del Belgio è visto in aumento a maggio, per il secondo mese consecutivo, a -25 da -29,4 precedente. Riconosciamo rischi verso il basso per questa stima alla luce del dato più debole delle attese sull’IFO. L’economia belga ha mostrato alcuni segnali di rallentamento nel ritmo di contrazione dell’attività, in particolare nel settore delle costruzioni.

Stati Uniti

– La fiducia dei consumatori del Conference Board a maggio dovrebbe salire a 41 da 39,5 di aprile. L’indice ABC è sceso rispetto ai livelli di aprile e l’aumento del preliminare del Michigan è dovuto all’aumento della componente aspettative. Pertanto il rialzo del Conference Board a maggio dovrebbe essere decisamente più contenuto rispetto al balzo registrato ad aprile, (+13,7 punti).

Ieri sui mercati

Netto rialzo dei tassi sulla curva euro, con moderata compressione delle pendenze. Sui titoli tedeschi i rendimenti sono saliti da 5 a 10pb, con una riduzione di 3pb del differenziale 10-2 anni. Il rialzo ha interessato anche i tassi impliciti nei futures Euribor e gli stessi tassi Euribor, in aumento per il terzo giorno di fila. L’Eonia è balzato a 1,12%, settimo giorno consecutivo di aumento per il tasso overnight di riferimento. I mercati azionari hanno esibito un andamento contrastato, con lievi rialzi per gli indici europei e lievi flessioni per quelli statunitensi e per il Nikkei questa mattina. Risale la volatilità (VIX: 33). L’euro continua ad oscillare intorno a 1,40 dollari.

Area Euro

Germania. L’indagine IFO è salita di appena mezzo punto a maggio a 84,2 (da 83,7) mentre ci si attendeva un recupero più marcato (consenso 85,0). L’aumento è spiegato da aspettative più rosee per i prossimi tre-sei mesi (+2 punti a 85,9). Tuttavia, continua a peggiorare il giudizio sulla situazione corrente che, assestandosi su di un livello (82,5) più basso di marzo scorso (82,7), tocca nuovi minimi assoluti. Lo spaccato settoriale mostra una stabilizzazione di clima nel manifatturiero mentre si attendeva conferma dei segnali di recupero visti il mese scorso. Il morale recupera nei servizi a -5 da -7 su spinta di attese più distese che compensano il deterioramento della situazione corrente. La fiducia recupera terreno marginalmente nel commercio sia all’ingrosso (-28,3 da -30,6) che al dettaglio (-21,2 da -26,5) mentre perde ancora quota nelle costruzioni (-26,3 da un precedente -24,3). Il dato di maggio indica che il progresso di aprile in particolare nel manifatturiero non ha avuto seguito. In assenza di un recupero dell’industria tedesca difficilmente si potrà vedere una ripresa decisa nel resto d’Europa. L’indagine IFO suggerisce una lettura più cauta degli sviluppi ciclici di quanto indicato dai PMI la scorsa settimana. Rimaniamo dell’idea che la recessione continui in Germania e nella zona euro anche se su ritmi meno severi che nel primo trimestre. Per il momento un ritorno a tassi di crescita positivi è ancora lontano.

In un intervento alla Conferenza Annuale del Gruppo dei 30 (economisti) a Roma tenutosi sabato 23, il Governatore della BCE Trichet ha ribadito che il ruolo di una Banca Centrale è quello di garantire la stabilità dei prezzi nel medio termine e che la BCE non intende cambiare l’inflation targeting. Trichet ha anche indicato che la crescita potrebbe tornare in territorio positivo a cavallo del nuovo anno. Weber si è espresso sulla stessa linea indicando che si intravedono “spiragli di luce” ed è possibile ipotizzare una stabilizzazione della crescita nell’area euro nella seconda metà dell’anno. Weber ha precisato che la BCE ritirerà liquidità dal sistema in tempi brevi se gli sviluppi del ciclo lo dovessero consentire. Gonzàlez Pàramo (membro del comitato esecutivo BCE) ha preannunciato che gli acquisti di covered bonds dovrebbero iniziare fra qualche settimana, dopo la riunione del consiglio direttivo; tuttavia, “l’idea è ritornare alla normale filosofia, abbandonare tutte le misure non-convenzionali, non appena possibile”. Il problema di sterilizzare le conseguenze monetarie degli acquisti non si pone, in quanto attualmente la creazione di base monetaria è totalmente endogena, guidata dalla domanda delle banche. Come Trichet, Gonzàlez Pàramo ha ribadito che non è stata assunta nessuna decisione riguardo al livello minimo del refi ed è stato molto cauto nel valutare i progressi recenti degli indicatori economici, i quali segnalano “un punto di flesso” ma ancora su “livelli molto bassi”.

 


Certificazione degli analisti

Gli analisti finanziari che hannopredisposto la presente ricerca, i cui nomi e ruoli sono riportati nella prima pagina del documento dichiarano che:

(1) Le opinioni espresse sulle societàcitate nel documento riflettono accuratamente l’opinione personale, indipendente, equa ed equilibrata degli analisti;

(2) Non è stato e non verràricevuto alcun compenso diretto o indiretto in cambio delle opinioni espresse.

Comunicazioni importanti

La presente pubblicazione èstata redatta da Intesa Sanpaolo S.p.A. Le informazioni qui contenutesono state ricavate da fonti ritenute da Intesa Sanpaolo S.p.A.affidabili, ma non sono necessariamente complete, e l’accuratezzadelle stesse non può essere in alcun modo garantita. Lapresente pubblicazione viene a Voi fornita per meri fini diinformazione ed illustrazione, ed a titolo meramente indicativo, noncostituendo pertanto la stessa in alcun modo una proposta diconclusione di contratto o una sollecitazione all’acquisto o allavendita di qualsiasi strumento finanziario. Il documento puòessere riprodotto in tutto o in parte solo citando il nome Intesa Sanpaolo S.p.A.

 

La presente pubblicazione non sipropone di sostituire il giudizio personale dei soggetti ai quali sirivolge. Intesa Sanpaolo S.p.A. E le rispettive controllate e/oqualsiasi altro soggetto ad esse collegato hanno la facoltà diagire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi materiale sopraesposto e/o di qualsiasi informazione a cui tale materiale si ispiraprima che lo stesso venga pubblicato e messo a disposizione dellaclientela. Intesa Sanpaolo S.p.A. e le rispettive controllate e/oqualsiasi altro soggetto ad esse collegato possono occasionalmenteassumere posizioni lunghe o corte nei summenzionati prodottifinanziari.

Analisi Daily

a cura di: Intesa Sanpaolo S.p.A.

Fonte: Intesa Sanpaolo S.p.A.

 

 

Articoli Simili

Robeco: Azionario, iniziano i tempi supplementari

Falco64

T. Rowe Price: Equity Asia chi va piano va sano e va lontano

Falco64

Robeco: Digital twin e machine vision

Falco64