AdvisorWorld.it
MAPPAMONDO

22/05/09 Riunione BoJ-annuncio tassi (prev. Intesa Sanpaolo: overnight stabile a 0,1%)

Da seguire: Nessun dato di rilievo in agenda oggi. Ieri sui mercati – L’annuncio di outlook negativo di S&P sul debito inglese ha portato a ampie correzioni verso il basso della sterlina, dei rendimenti e delle…..

 

20052009 1.png


borse, non solo inglesi. S&P ha indicato che il rating AAA del Regno Unito è sotto osservazione per via del sentiero atteso delle finanze pubbliche. La stima di S&P del costo degli interventi di salvataggio delle banche è pari a circa tre volte la stima di 50 mld di sterline fornita dal governo. Secondo S&P il debito/PIL inglese raggiungerà il 93% entro il 2013, contro una stima del governo di 79% per il periodo 2013-2014. Lo scenario delle finanze pubbliche dei paesi industrializzati pubblicato da S&P conferma che una volta superata l’emergenza della recessione sarà necessaria una restrizione fiscale che potrebbe mettere a rischio la stessa ripresa. S&P prevede per il 2013 un rapporto debito/PIL del 77% per gli USA, del 120% per il Giappone, del 69% per la Germania, del 116% per l’Italia e del 72% per la Francia. I rendimenti sul T-note a 10 anni sono saliti ieri di circa 20 pb da 3,13 a 3,35%, spinti anche dall’offerta di titoli per 101 mld della prossima settimana. Il Bund ha visto un aumento molto più contenuto (+4 pb a 3,4%), ma in apertura oggi il balzo a 3,53% indica contagio. Le borse sono state negative, con cali fra l’1,5% e l’1,9% per i mercati americani e cali più ampi, compresi fra il 2 e il 3% per i mercati europei.

– Geithner ieri ha detto che il governo americano è impegnato a ridurre il deficit “verso un livello sostenibile nel medio termine” e ha affermato che il recente rialzo dei rendimenti non è un segnale di preoccupazione sul merito di credito del debito americano, bensì il risultato della riduzione dei rischi sulla crescita. GMAC riceverà altri fondi dal Tesoro USA (7,5 mld di dollari): una parte consistente dell’iniezione di capitali (4 mld) ha l’obiettivo di stimolare i prestiti per l’acquisto di auto Chrysler, mentre i restanti 3,5 mld sono ricapitalizzazione legata agli esiti degli stress test. GMAC potrà anche emettere 7,4 mld di obbligazioni garantite dall’FDIC.

Area Euro

– Le stime flash dei PMI di maggio confermano i segnali di miglioramento ciclico nell’area euro. Il PMI manifatturiero è risalito a 40,5 da 36,8, più forte delle attese (38,3). Nei servizi, l’indice di attività si è assestato a 45. da un precedente 43,6. Il PMI composito sale quindi a 43,9 da un precedente 41,1. Il miglioramento di attività nel manifatturiero è leggermente più marcato in Germania (+3,7 punti a 39,1) che in Francia (+3 punti), dove l’indice rimane però su livelli meno depressi (43,1). Il dato di maggio lascia il PMI composito in media a 42,5 nel 2° trimestre dal minimo di 37,6 del 1° trimestre, segnalando che la recessione nell’area euro continua, ma che l’attività si sta contraendo a ritmi calanti. Dovremmo attendere ancora diversi mesi ed un più deciso recupero della domanda globale per un ritorno degli indici di attività in territorio espansivo.

Stati Uniti

– Sale per il terzo mese consecutivo l’indice della Philadelphia Fed relativo alle condizioni correnti a -22,6 da -24,4 precedente. Migliorano la maggior parte delle componenti ed in particolare le voci occupazione (a -26,8 da -44,9), fatturato (a -35,7 da -19) e scorte (a -28,6 da -40,2). In peggioramento invece i nuovi ordini (a -25,9 da -24,3) e i tempi di consegna (a -18,1 da -17,1). Un miglioramento più marcato si registra per l’indice di aspettative a 6 mesi, a 47,5 da 36,2.

– I nuovi sussidi di disoccupazione calano di 12 mila unità, a 631 mila da 643 mila (rivisto da 637 mila) nella settimana conclusa il 16 maggio. Continuano a crescere invece i sussidi esistenti che toccano un nuovo massimo a 6,662 milioni da 6,587 nella settimana conclusa il 9 maggio.

Giappone

La riunione della BOJ si è conclusa con tassi fermi allo 0,1%. La valutazione dell’economia è migliorata per la prima volta da tre anni, con l’indicazione che le esportazioni e la produzione industriale si stanno stabilizzando: secondo la banca centrale “il ritmo di deterioramento delle condizioni economiche probabilmente si modererà gradualmente, portando a una stabilizzazione dell’economia”. Il mese precedente, la BoJ aveva detto che l’economia si stava deteriorando “in modo significativo”. La BoJ ha anche annunciato che accetterà come collateral nelle operazioni di rifinanziamento titoli di debito pubblico sovrani emessi in valuta estera.

 


Certificazione degli analisti

Gli analisti finanziari che hannopredisposto la presente ricerca, i cui nomi e ruoli sono riportati nella prima pagina del documento dichiarano che:

(1) Le opinioni espresse sulle societàcitate nel documento riflettono accuratamente l’opinione personale, indipendente, equa ed equilibrata degli analisti;

(2) Non è stato e non verràricevuto alcun compenso diretto o indiretto in cambio delle opinioni espresse.

Comunicazioni importanti

La presente pubblicazione èstata redatta da Intesa Sanpaolo S.p.A. Le informazioni qui contenutesono state ricavate da fonti ritenute da Intesa Sanpaolo S.p.A.affidabili, ma non sono necessariamente complete, e l’accuratezzadelle stesse non può essere in alcun modo garantita. Lapresente pubblicazione viene a Voi fornita per meri fini diinformazione ed illustrazione, ed a titolo meramente indicativo, noncostituendo pertanto la stessa in alcun modo una proposta diconclusione di contratto o una sollecitazione all’acquisto o allavendita di qualsiasi strumento finanziario. Il documento puòessere riprodotto in tutto o in parte solo citando il nome Intesa Sanpaolo S.p.A.

 

La presente pubblicazione non sipropone di sostituire il giudizio personale dei soggetti ai quali sirivolge. Intesa Sanpaolo S.p.A. E le rispettive controllate e/oqualsiasi altro soggetto ad esse collegato hanno la facoltà diagire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi materiale sopraesposto e/o di qualsiasi informazione a cui tale materiale si ispiraprima che lo stesso venga pubblicato e messo a disposizione dellaclientela. Intesa Sanpaolo S.p.A. e le rispettive controllate e/oqualsiasi altro soggetto ad esse collegato possono occasionalmenteassumere posizioni lunghe o corte nei summenzionati prodottifinanziari.

Analisi Daily

a cura di: Intesa Sanpaolo S.p.A.

Fonte: Intesa Sanpaolo S.p.A.

 

 

Articoli Simili

Capital Group: Saluti dal 2030

Redazione

Comgest: Cina come trend secolare di lungo termine

Redazione

Schroders: Covid-19 cruciale per il cambiamento climatico?

Redazione