AdvisorWorld.it

MAPPAMONDO

18/05/09 I cattivi dati sull’andamento del Pil Europeo hanno ridotto la propensione al rischio degli investitori

I cattivi dati sull’andamento del Pil Europeo in forte flessione nei primi mesi del nuovo anno hanno ridotto la propensione al rischio degli investitori che..

 

nelle ultime giornate di contrattazione hanno dato origine ad un flusso di rientro di capitali dall’area Euro verso gli Stati Uniti e il Giappone.
Immediata la reazione del Dollaro Americano e dello Yen che si sono rafforzati prevalentemente contro la valuta Europea.
In uno scenario economico mondiale ancora compromesso si iniziano a vedere alcuni segni di miglioramento con indici PMI e borse in forte aumento ma il peggioramento sia in Europa che negli USA dei dati sulla crescita economica e sulla disoccupazione lasciano aperto il dibattito se sarà una semplice recessione oppure se sarà un punto di cambiamento epocale nel sentiero di crescita delle economie occidentali. Numerosi indizi lasciano presumere che negli USA sarà la seconda alternativa a prevalere proprio per il continuo peggioramento dell’occupazione con il tasso di disoccupazione che potrebbe portare ad una contrazione futura dei consumi e all’aumento del deficit pubblico a meno di svolte importanti nelle prossime settimane della situazione economica. Da seguire con attenzione in settimana i dati Americani sulle nuove abitazioni, le minute del FOMC e per finire i dati sulle richieste di sussidio di disoccupazione e l’indice Philadelphia Fed Manufacturing Survey di Maggio.

Principali tassi di cambio

 

Euro – Dollaro:

Prosegue la fase di debolezza dell’Euro sul Dollaro dopo la rottura ribassista del supporto in area 1.3530. Il trend di breve rimane impostato al ribasso con possibile estensione in area 1.3440 prima e 1.3400 successivamente. Possibile un movimento di rimbalzo su tenuta del supporto con possibile target sulla prima resistenza in area 1.3500/1.3530.

Rialzista
Neutrale
>>
Ribassista

Supporti:
1.3420 – 1.3380
Resistenze
1.3500 – 1.3525

 

Euro – Yen:

In forte ribasso il cross EURYEN sulla debolezza dell’euro e sul ritorno di forza delle ultime giornate della valuta Giapponese.
La mancata rottura del massimo in area 135.50 ha creato i presupposti per una figura di inversione di trend di doppio massimo.
Immediata, a livello tecnico, la reazione dell’EURJPY che si è indebolito soprattutto dopo la rottura ribassista del supporto in area 131.00. Il trend di breve rimane ribassista ma i forti ribassi della settimana scorsa potrebbero indurre ad un primo movimento di pull back verso le resistenze in area 129.30 prima e 130.80 successivamente.

Rialzista
Neutrale
>>
Ribassista

Supporti:
128.80 – 129.20
Resistenze
129.30 – 130.80

 

Dollaro – Yen:

In ribasso la valuta Americana nei confronti dello Yen dopo la mancata rottura rialzista della resistenza posta in area 99.60.

Anche in questo caso il trend di breve rimane impostato al ribasso con obiettivo il supporto in area 94.00. Possibile un rimbalzo del Dollaro con proiezione in area 96.20 prima e 96.80 successivamente.

Rialzista
Neutrale
>>
Ribassista

Supporti:
94.50 – 94.80
Resistenze
95.60 – 96.00

 

Dollaro – Franco Svizzero:

Si rafforza il Dollaro Americano sul Franco Svizzero tornando sopra 1.1240 dopo i forti ribassi della settimana scorsa. Il trend di breve periodo è rialzista ma quello di medio lungo rimane impostato negativamente. Importante sarà valutare il comportamento del cross in prossimità della resistenza in area 1.1250 prima e 1.1330 successivamente. Possibile un ritracciamento nei prossimi giorni verso i supporti in area 1.1140.

Rialzista
>>
Neutrale
Ribassista

Supporti:
1.1180 – 1.1120
Resistenze
1.1260 – 1.1310

 

Sterlina – Dollaro:

Rimane in fase laterale il Cable bloccato dalla resistenza in area 1.5300 e dal supporto a 1.5070. Da fare attenzione ad un eventuale ritorno di volatilità su questo cross che potrebbe portare ad una violazione rialzista della resistenza con obiettivo in area 1.5500.

Rialzista
>> Neutrale
Ribassista

Supporti:
1.5115 – 1.5055
Resistenze
1.5290 – 1.5335

L’utente prende atto che le informazioni contenute in questo report hanno mera natura informativa
e vengono elaborate dall’analisi dei dati di negoziazione, dei dati di mercato e dalle statistiche.

Analisi Daily
a cura di: Cfx Intermediazioni

Fonte: Cfx Intermediazioni.com

Articoli Simili

18/01/10 La riunione della BCE e la successiva conferenza stampa si sono concluse senza particolari novità

Webmaster

14/01/10 La ripresa in USA si “espande”

Webmaster

13/01/10 Nessun Rischio di ripresa a W

Webmaster