AdvisorWorld.it

SOLDI

17/06/09 Oggi alle 14.30 verrà diffuso il dato americano relativo al CPI

Da seguire:- Aste – Riapertura da 7 miliardi dello Schatz 06/2011 1,5%.
Stati Uniti: – Il CPI a maggio dovrebbe ….

 

 

 

 

17062009 1.png


aumentare dello 0,3% m/m (-0,9% a/a) e l’indice core dovrebbe registrare un incremento di 0,2% m/m (1,9% a/a).

Ieri sui mercati

La correzione degli indici azionari si è estesa alla giornata di ieri; questa mattina il Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,9%, ma ieri aveva segnato un notevole calo (-2,9%). Coerenti con l’arretramento degli indici il calo dei rendimenti sui titoli di stato, più ampio sul mercato americano che su quello europeo, l’allargamento dello spread Btp-Bund, il rafforzamento dello yen su dollaro (96,37) ed euro (133,3). Il dollaro non è riuscito a estendere i guadagni sull’euro, fermatosi sui supporti a 1,37-1,38.

Area Euro

– Germania. L’indice ZEW ha continuato a muoversi su di un trend ascendente a inizio giugno toccando un livello di 44,8 da un precedente 31,1 più forte della nostra stima (39,5) e del consenso (35,0).

– I prezzi al consumo nell’area euro sono cresciuti di 0,1% m/m, l’inflazione è passata da 0,6% a/a a 0,0% a/a a giugno. Ancora una volta è l’effetto favorevole dall’energia a spiegare la frenata dei prezzi al consumo. Da giugno in avanti l’inflazione area euro entrerà in territorio negativo e vi rimarrà fino ad ottobre quando rientrerà l’effetto base dall’energia. La dinamica sottostante dei prezzi al consumo ha frenato a 1,5% a/a da un precedente 1,7% a/a.

– Secondo Draghi (Banca d’Italia, Membro del Consiglio Direttivo BCE e Presidente del Financial Stability Board) non è troppo presto per cominciare a progettare le strategie di uscita da questa fase di eccezionali stimoli di politica economica, essenziali per ancorare le aspettative di inflazione e garantire la stabilità finanziaria. Tuttavia, è sicuramente troppo presto per implementarle. Sul fronte delle riforme finanziarie, Draghi ha ribadito che l’obiettivo è “tornare a una situazione in cui lasciamo fallire [le istituzioni finanziarie in crisi], perché altrimenti il nostro sistema di mercato non può funzionare bene”.

Stati Uniti

I cantieri salgono a 532 mila unità ann., da 454 mila di aprile: sono in aumento sia la componente più volatile delle unità multi-familiari (+61,7% m/m dopo -49,4% m/m il mese precedente), sia quella delle unità mono-familiari (+7,5% m/m, il terzo rialzo consecutivo e il livello più elevato da novembre 2008). In aumento anche le nuove licenze, a 518 mila da 498 mila, +4% m/m.

La produzione industriale cala dell’1,1% m/m nel mese di maggio. Pesa sulla produzione manifatturiera (-1% m/m) la chiusura di alcuni impianti nel settore auto. Il calo è comunque diffuso a tutti i settori. L’utilizzo della capacità produttiva scende da 69% di aprile a 68,3% di maggio, nuovo minimo storico per la serie (dal 1967); per il settore manifatturiero, l’utilizzo della capacità produttiva scende a 65%.

Il PPI a maggio è salito meno di quanto atteso, con un incremento mensile di +0,2% m/m (attese: +0,6% m/m), e l’indice core è sceso di 0,1% m/m (consenso: +0,1% m/m). L’indice totale ha registrato un incremento modesto pur in presenza di un forte rialzo dei prezzi della benzina con +13,9% m/m, per via dell’ampio calo dei prezzi degli alimentari e del gas naturale. L’indice al netto degli alimentari aumenta dello 0,6% m/m.

Giappone

Il governatore della BoJ, Shirakawa, nella conferenza stampa successiva alla riunione che si è conclusa il 16.06, ha detto che la Banca Centrale entro settembre prenderà delle decisioni riguardo alle misure straordinarie di politica monetaria (acquisti di corporate bond e di prestiti garantiti); la BoJ darà indicazioni che rendano prevedibili la strategia di uscita da tali misure straordinarie

 


Certificazione degli analisti

Gli analisti finanziari che hannopredisposto la presente ricerca, i cui nomi e ruoli sono riportati nella prima pagina del documento dichiarano che:

(1) Le opinioni espresse sulle societàcitate nel documento riflettono accuratamente l’opinione personale, indipendente, equa ed equilibrata degli analisti;

(2) Non è stato e non verràricevuto alcun compenso diretto o indiretto in cambio delle opinioni espresse.

Comunicazioni importanti

La presente pubblicazione èstata redatta da Intesa Sanpaolo S.p.A. Le informazioni qui contenutesono state ricavate da fonti ritenute da Intesa Sanpaolo S.p.A.affidabili, ma non sono necessariamente complete, e l’accuratezzadelle stesse non può essere in alcun modo garantita. Lapresente pubblicazione viene a Voi fornita per meri fini diinformazione ed illustrazione, ed a titolo meramente indicativo, noncostituendo pertanto la stessa in alcun modo una proposta diconclusione di contratto o una sollecitazione all’acquisto o allavendita di qualsiasi strumento finanziario. Il documento puòessere riprodotto in tutto o in parte solo citando il nome Intesa Sanpaolo S.p.A.

 

La presente pubblicazione non sipropone di sostituire il giudizio personale dei soggetti ai quali sirivolge. Intesa Sanpaolo S.p.A. E le rispettive controllate e/oqualsiasi altro soggetto ad esse collegato hanno la facoltà diagire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi materiale sopraesposto e/o di qualsiasi informazione a cui tale materiale si ispiraprima che lo stesso venga pubblicato e messo a disposizione dellaclientela. Intesa Sanpaolo S.p.A. e le rispettive controllate e/oqualsiasi altro soggetto ad esse collegato possono occasionalmenteassumere posizioni lunghe o corte nei summenzionati prodottifinanziari.

Analisi Daily

a cura di: Intesa Sanpaolo S.p.A.

Fonte: Intesa Sanpaolo S.p.A.

 

 

Articoli Simili

Mirabaud AM: Cauti su azionario Europa

Falco64

Comgest: i consumi interni cinesi non subiscono la trade war

Falco64

GAM: Il tacchino induttivista e l esperienza

Falco64