AdvisorWorld.it

13/05/09 Indici contrastati e calano i tassi

COFFEE

Chiusura contrastata per gli indici a Wall Street in una giornata poco incoraggiante. Mentre il Dow Jones ha messo a segno un rialzo dello 0,60%, Nasdaq ed S&P500 hanno terminato in ribasso (rispettivamente dello 0,88% e dello 0,10%). Anche le Borse europee ..

 

chiudono contrastate. Piazza Affari sopra la parità in media del 0.70%. In calo glli altri listini principali del Vecchio Continennte: il Cac40 ha ceduto lo 0,49%, il Ftse100 lo 0,30% mentre il Dax30 ha lasciato sul terreno lo 0,18 per cento. La Borsa di Tokyo chiude gli scambi in rialzo dello 0,45%. Sulle Borse per il resto ha pesato l’outlook del Fmi che ha sottolineato che la grave recessione in atto in Europa potrebbe durare fino all’inizio del 2010, seguita da una graduale ripresa per la quale sono essenziali «ulteriori azioni» sul fronte politico, soprattutto nel settore finanziario. Si è registrato inoltre l’ennesimo minimo del Fixing dell’Euribor, l’Euribor a tre mese cala all’1,30%. L’Euribor a una settimana scende di un punto base allo 0,70%, e quello a un mese e’ calato dallo 0,88% allo 0,86%. Toccano nuovi minimi i Buoni ordinari del Tesoro ieri in asta. I rendimenti vendono una riduzione di 0,171 punti percentuali per i BoT a 3 portando il rendimento medio ponderato al 0,882%.

Sul fronte forex il euro dollaro continua la sua corsa al rialzo marcando un nuovo massimo di periodo a 1.3722, lo yen si rafforza nei confronti del dollaro sfiorando 96 figura, e complice la debolezza del biglietto verde, lo yen mette a segno buone performance anche contro la moneta unica europeaa. Continua la corsa della Sterlina che fa segnare nuovi massimi di periodo contro il dollaro a 1.5321, rimanendo sotto quota 90 contro Euro. Importante oggi la pubblicazione dell’inflation report dove, se si dovesse rivedere al rialzo la proiezione di crescita o inflazione 2009/2010 la sterlina dovrebbe concretizzare una spinta rialzista di carattere fondamentale. Come già anticipato nello statement di giovedì sul fronte macro i dati su crescita o inflazione dovrebbero essere al ribasso.Il petrolio spinto al rialzo oltre quota 60 dollari al barile, massimi dagli ultimi sei mesi, fa sperare in un timido segnale di ripresa economica. Bene anche la performance dell’oro facendo registrare massimi a 928.25 dollari l’oncia

Spunti Operativi

Rialzista
Neutrale
Ribassista

Supporti: 1.3565
Resistenze: 1.3750

Rialzista
Neutrale
Ribassista

Supporti: 1.5205
Resistenze: 1.5365

Dati economici di oggi

 

Ora Nazione Dato Previsione Precedente Importanza
1.50 Current Account Total (Yen) (MAR) ¥1210.0B ¥1116.9B
10.30 ILO Unemployment Rate (3M) (MAR) 6.9% 6.7%
11.00 Euro-Zone Industrial Production w.d.a. (YoY) (MAR) -17.6% -18.4%
11.00 Euro-Zone Industrial Production s.a. (MoM) (MAR) -1.0% -2.3%
11.30 Bank of England Quarterly Inflation Report
14.30 Advance Retail Sales (APR) 0.0% -1.2% (R-)
14.30 Retail Sales Less Autos (APR) 0.0% -1.0% (R-)

 

L’utente prende atto che le informazioni contenute in questo report hanno mera natura informativa
e vengono elaborate dall’analisi dei dati di negoziazione, dei dati di mercato e dalle statistiche.

Analisi Daily
a cura di: Cfx Intermediazioni

Fonte: Cfx Intermediazioni.com

Articoli Simili

18/01/10 La riunione della BCE e la successiva conferenza stampa si sono concluse senza particolari novità

Webmaster

14/01/10 La ripresa in USA si “espande”

Webmaster

13/01/10 Nessun Rischio di ripresa a W

Webmaster